Nethanyau, un leader, uno scontro al vertice. Un leader che parla di fronte a una platea di astanti di cosa? Di nucleare. Eccolo il nucleare di cui tanto si parlava al Nobel un anno fa, eccolo allora il nucleare di cui tanto si palava un anno fa in Italia e nel mondo. Il premier israeliano sta portando 🚪  davanti al mondo 🌍 documenti speciali per raccontare il nucleare in Iran, e lo fa in maniera originale, davanti a tutti e in presa conference. Bombe, forse cinque, forse sei, forse una, che minaccerebbero la terra. Chiunque sarebbe ebreo in questo momento. Sono tutti interessati al nucleare, i servizi di intelligence, che ha coinvolto milioni di utenti, miliari di utenti, ansanti a sentire il premier. Forse futuro presidente. Ora il discorso è seguirlo. Ci sarebbero tecnici che lo monterebbero anche in Italia 🇮🇹, questo armo così possente. Ecco che allora funziona il l’antinucleare nel mondo, con un discorso di Stato. 360 mila testine ogni giorno, 700 nuclear al mese, e ancora tanto dissenso da esprimere. È Nethanyauche parla, dopo ore pacifiste, e il mondo sta in silenzio. Ecco che ci conduce attraverso foto e video attraverso il mondo del nucleare iraniano. È tutto documentato.