Obesity center: se ne parla in un programma. Ecco cosa succede 🍓🏠💌🥀🇺🇸🌭🇺🇸🥀🌹🌹🌹

Tutta la bellezza della televisione 📺 in un programma

0
159

Obesity (248 kg) e Raffaele (256 kg). Sono loro i sei protagonisti di “LA CLINICA PER RINASCERE – OBESITY CENTER CASERTA”, il nuovo format originale prodotto da Endemol Shine Italy S.p.A con la collaborazione di Pesci Combattenti S.r.l per Discovery Italia, che andrà in onda da lunedì 7 maggio, alle 21:10 su REAL TIME (canale 31) .

 

Sei episodi, uno per protagonista, che raccontano storie di persone obese che hanno deciso di prendere in mano la propria vita e cambiarla, tornando a un peso normale. Per questo si affidano al Dott. Cristiano Giardiello, Direttore del Dipartimento di Chirurgia della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno in provincia di Caserta.

 

In ogni episodio verrà raccontato il percorso che porterà il protagonista della puntata a raggiungere un peso normale. Un percorso lungo e difficile: Rosarita, Pasquale, Maria Elena, Giovanni, Costanza e Raffaele si metteranno completamente a nudo e dovranno rimettere in discussione se stessi in maniera molto profonda, affrontando prove e sacrifici.

 

Durante questo periodo la loro vita verrà costantemente documentata dalle telecamere e loro stessi racconteranno il loro percorso attraverso i videoselfie che invieranno al Dott. Giardiello, il chirurgo che offrirà loro la possibilità di rinascere con un intervento di riduzione dello stomaco, e alla sua équipe, composta anche da una psicologa e da una dietista.

I sei protagonisti a volte penseranno di non farcela ma dovranno superare le barriere che loro stessi si sono costruiti, condividere il disagio e affidarsi completamente a chi gli consentirà, finalmente, di rinascere.

 

Protagonista del primo episodio sarà Rosarita Sapone, una donna di 44 anni, sposata con figli, che si sente come una farfalla imprigionata nel corpo di un elefante. Rosarita quando inizia il suo percorso nel programma pesa 242 kg. Sin da bambina si è costruita un mondo fatto di balletti, di canzoni, di Tv, per evadere da una famiglia d’origine che l’ha poco amata, sua madre in primis. E si è rifugiata soprattutto nel cibo che le ha dato tanto conforto, ma le ha tolto la salute. Quando Rosarita arriva in clinica per le prime visite, la psicologa scopre il difficile rapporto con suo marito. Per il Dott. Giardiello sarà fondamentale coinvolgere anche lui nel percorso di Rosarita o tutta l’operazione sarà vana. Ad aiutarla nel difficile momento del pre-intervento ci sarà Luigi Menna, un giovane neo-operato che le racconterà come la sua condizione di obeso aveva rischiato di minare per sempre la relazione con la sua compagna.

 

 

DOTT. CRISTIANO GIARDIELLO

 

Direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale, d’Urgenza e Metabolica e Direttore del Centro di Eccellenza per il Trattamento dell’Obesità del Pineta Grande Hospital di Castel Volturno (CE).

È autore o coautore di 113 pubblicazioni scientifiche in riviste italiane e straniere su argomenti di interesse chirurgico, due capitoli e di due monografie.

Ha partecipato in qualità di relatore ad oltre 400 congressi, workshop e corsi di formazione ed aggiornamento teorico-pratici italiani e stranieri e operatore in sessioni di chirurgia in diretta in numerosi congressi nazionali ed internazionali.

Nel mese di aprile 2008 Presidente del Congresso Nazionale XVI della Società Italiana di Chirurgia obesità tenutosi a Capri e a Dicembre 2016 del XIII BEST Meeting Membro della Società Italiana di Chirurgia, dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani, della Società Italiana di Colonproctologia, della “Italian Alumni Association” del M.G.H. di Boston, della “World Association of Hepato-biliary and Pancreatic Surgery”, dell’Italian Chapter dell’European Hernia Society, dell’International Federation for the Surgery of Obesity (IFSO) e dell’American Society of Metabolism and Bariatric Surgery e della  Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e Malattie Metaboliche (SICOB) della quale è stato anche vicepresidente.

Ha eseguito più di 5.000 interventi come primo operatore di cui 3.000 in chirurgia laparoscopica complessa per il trattamento di tutte le patologie addominali. Consulente di diversi ospedali italiani ed esteri per la creazione ed implementazione di centri di chirurgia bariatrica.