Mirandola, 29 maggio 2018. Dal 7 al 10 giugno a Mirandola sarร  di nuovo Memoria Festival! La manifestazione, organizzata dal Consorzio per il Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi editore e sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura, torna con la seconda edizione e riapre lโ€™orizzonte della memoria proiettando la riflessione verso la storia, la narrativa e le arti, grazie a un programma ricco di suggestioni e articolato in incontri, conferenze, tavole rotonde, concerti, spettacoli, proiezioni, laboratori, mostre e giochi. Tra le piazze, le vie, i portici, i giardini e i palazzi della cittร , numerosi saranno gli appuntamenti con i protagonisti italiani della cultura, del pensiero e dello spettacolo e, tra una conversazione e una lectio, una mostra e un gioco antico, il pubblico non potrร  fare a meno di lasciarsi coinvolgere da note e scene sui vari palcoscenici, ripercorrendo gli echi di una sezione in particolare del Festival: La memoria in musica e teatro.

Si comincia giovedรฌ 7 giugno salendo sul palco per seguire il monologo dellโ€™attore e formatore Enzo Valeri Peruta su Paradiso buio. Centโ€™anni di passioni dello spettatore cinematografico (ore 21.30, Parco della Memoria, Piazza Matteotti): quando si varca la soglia di una sala al cinema รจ un poโ€™ come entrare in unโ€™altra dimensione, dove รจ lโ€™oscuritร  a illuminare la luce dello schermo e proprio grazie a quel buio avviene la fusione dello spettatore con la storia. Dalla magia della settima arte si passa al potere della musica per la vita, con un appuntamento allโ€™incrocio fra concerto e intervista: in Memorie musicali. Come Bach mi ha salvato la vita (ore 22, Area della Musica, Piazza Marconi) Ramin Bahrami dialoga al pianoforte con il critico musicale Sandro Cappelletto, ripercorrendo lo spartito di quello che per lui รจ stato un autentico destino. Cresciuto nellโ€™Iran degli ayatollah, dove la musica era proibita, giร  da bambino sognava di incontrare Bach e, giovanissimo, si รจ trovato a coprire il frastuono delle bombe della guerra Iran-Iraq proprio con le musica del compositore tedesco. E oggi ne รจ uno dei maggiori interpreti contemporanei.

โ€œI peccatiโ€ di Gioacchino Rossini sono invece al centro del palcoscenico in Piazza Marconi venerdรฌ 8, alle 22: la soprano Cinzia Forte insieme al pianista Marco Scolastra e a Sandro Cappelletto, metteranno in scena in prima esecuzione assoluta, in brani de Vieillesse, della vecchiaia, che rappresentano lโ€™ultimo periodo creativo del compositore pesarese. E unโ€™armonia fatta di teatro e cinema รจ quella che anima lโ€™appuntamento di sabato 9 (ore 18.30, Parco della Memoria, Piazza Matteotti) con il drammaturgo e scrittore Giuliano Scabia: in prima assoluta, viene proiettato a Mirandola Le Diable et son Ange di Jean-Marie Richard su Il Diavolo e il suo Angelo (1979/1986), di Giuliano Scabia. La pellicola, girata a Parigi nel 1983, documenta lโ€™azione durata quattro giorni attraverso le banlieues con salita finale alla Tour Eiffel. Giuliano Scabia, introduce la proiezione leggendo Ma io insistetti per stare volando ancora un poco, seconda lettera a Dorothea. Sempre sabato 9, il pubblico potrร  immergersi in una delle forme piรน antiche di memoria fra le genti, quella narrata dalle note, enessuno potrร  resistere al richiamo dei ritmi travolgenti di Ambrogio Sparagna e lโ€™Orchestra Popolare Italiana (ore22. Area della Musica, Piazza Marconi), che inviteranno a riconnettersi con la Memoria della Tradizione danzando sulle note di tarantelle, tammuriate, pizziche e saltarelli. Musicista ed etnomusicologo, Sparagna svelerร  lโ€™ereditร  segreta di usi e costumi popolari racchiusi nella musica tradizionale.

Domenica 10 la rappresentazione teatrale incontra la storia e lโ€™impegno civico per la comunitร , grazie al duo Vito e Saverio Mazzoni e alla performance teatrale Il canale degli spiriti benigni (ore 21.30, Parco della Memoria, Piazza Matteotti; con il sostegno del Consorzio della Bonifica Burana): novitร  teatrale di Maurizio Garuti, la piรจce rievoca infatti la lunga lotta che nella Bassa ha opposto uomini e acqua, a partire dal canale Foscaglio, antesignano delle opere di bonifica che hanno reso vivibile e ospitale la pianura tra Bologna, Ferrara e Modena. Chiude in bellezza il Memoria Festival,domenica 10 giugno, Nicola Piovanicon il suo concerto La musica รจ pericolosa. Percorsi di ricordi musicali (Area della Musica, Piazza Marconi, ore 22; con il sostegno di CPL Concordia Group), titolo che rievoca ciรฒ che una volta Federico Fellini disse allo stesso Piovani: โ€œLa musica รจ pericolosaโ€. Il compositore Premio Oscar dirige e suona al pianoforte, seguito da Marina Cesari(sax/clarinetto), Pasquale Filastรฒ(violoncello/chitarra), Ivan Gambini(batteria/percussioni) e Marco Loddo(contrabbasso), Rossano Baldini(tastiere).

 

Promosso e organizzato dal Consorzio del Festival della Memoria (composto da Comune di Mirandola, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, Coldiretti Modena, San Felice 1893 Banca Popolare, Cpl Concordia Soc. Coop, Egicon srl, Autocarozzeria Imperiale srl, Lions Club Mirandola, Rotary Club Mirandola, Anna Maria Gambuzzi, Giovanna Recchi), in collaborazione con Giulio Einaudi editore, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e con il patrocinio di Regione Emilia Romagna, Istituto Beni Culturali, Artistici e Naturali Regione Emilia Romagna, Energie diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanitร , la Provincia di Modena, lโ€™Unione Comuni Modenesi Area Nord, AUSL Emilia Romagna, Confindustria Emilia Area Centro, Assolombarda, Assobiomedica, Aaster, Alisei, Cluster Lombardo Scienze della Vita, Manageritalia Emilia Romagna, Alma Mater Studiorum Universitร  di Bologna.
Il Memoria Festival รจ realizzato con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, CPL Concordia Group e Intesa Sanpaolo.
Inoltre รจ supportato da: Coop Alleanza 3.0, Baxter, Cima spa, Bellco is now part of Medtronic, B.Braun Avitum Italy, Sidam, LivaNova, Haemotronic, Fresenius Hemocare Italia Srl, Tecna, Aimag spa, Redax, Encaplast, Sterigenics, AeC costruzioni Srl, Assicoop Modena e Ferrara Spa UnipolSai, Alkimia, Menรน srl, Franco Grazi, Lean srl, Teco, Associazione Enea Grilli, Mec Palmieri, Acetificio Mengazzoli. Cui si aggiunge una rete di sponsor tecnici:Centro Internazionale di Cultura โ€œGiovanni Pico della Mirandolaโ€, Consulta del Volontariato, Trasporto Passeggeri Emilia Romagna Spa, Consorzio della Bonifica Burana, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Franzini, Garden Vivai Morselli, Kina, Gulliver Cooperativa Sociale, Cir Food, Amemรฌ, Asdam, Beboservice, La Fenice Libreria, La Fenice, Martina per Lโ€™Infanzia, Pederzoli Studio Associato, Zanussi Professional. Sono media partner Radio Pico e Trc tv.

 

www.memoriafestival.it
Facebook @MemoriaFestival
Twitter @memoriafest
Instagram @memoriafestival
#MemoriaFestival