GIOVEDI’ 8 NOVEMBRE ORE 15.30 –  18.30 – 21.30

VENERDI’ 9 NOVEMBRE ORE 15.30 –  18.30 – 21.30

SABATO 10 NOVEMBRE ORE 15.30 –  18.30 – 21.30

ORE 15.30  e 18.30 INTERO € 20,00

Ridotti  solo ore 15.30 € 10,00

(ragazzi 6/12 anni)

Ridotti ore 15.30  e 18.30 € 15,00

(ragazzi 6/12 anni – adulti over 65)

ORE 21.30 POSTO UNICO € 25,00

La compagnia “I SognAttori

porterà in scena:

Miseria e Nobilta’

Di E. Scarpetta

presso il

Teatro Orione

Via Tortona, 7 – Roma Zona Re Di Roma

N.B. L’Agenzia Teatrale grazie alla Vostra partecipazione sostiene A.I.S.M. con la cifra di

€ 3.500,00, Ci aiuterete anche con l’acquisto di un solo biglietto

Info e Prenotazioni: 06 87931715 sig.ra CORSI

Associazione Culturale Teatrale

“I SognAttori”

Via Oslavia,42 – 04100 – Latina (LT)

CF. 02543800599

tel. 339.33.00.215 Fax 0773.28.36.13

L’Associazione Culturale Teatrale “I SognAttori” di Latina è stata fondata ufficialmente il 20 marzo del 2010 da un gruppo di giovani appassionati di teatro.

Il gruppo formatosi nel 2008 porta in scena la commedia brillante di Benedetto Casillo dal titolo “L’ospite clandestino”.

Il successo di pubblico e della critica locale porta il gruppo alla partecipazione della Rassegna Amatoriale FITA organizzata dall’Associazione il Setaccio di Maranola di Formia (LT).

L’impegno viene subito premiato, e la compagnia riceve il premio “Giovani interpreti” dalla giuria della rassegna.

Nel 2009 la compagnia porta in scena la commedia brillante di Giovanni Rescigno dal titolo “Signori biglietti !”.

Nello stesso anno partecipa alla Rassegna amatoriale FITA organizzata nella città di Latina vincendo il premio “Migliori Costumi”. La commedia divertente riscuote un successo inaspettato, la stessa verrà rappresentata ben 18 volte nell’arco di sei mesi in diversi teatri della provincia di Latina e di Roma.

Nell’estate del 2009 la compagnia partecipa alla Rassegna Amatoriale FITA di Maranola di Formia (LT), vincendo ancora una volta il premio “Giovani Interpreti”.

Il 2010 è l’anno della svolta per la compagnia. Viene costituita ufficialmente l’Associazione Culturale Teatrale “I SognAttori”, la quale porterà in scena la commedia “La lettera di mammà”  di un grande del teatro napoletano: Peppino De Filippo.

Lo spettacolo riscuote grande successo. Richieste di partecipazione a rassegne e concorsi giungono da ogni parte della provincia di Latina.

Nel 2011 la compagnia porta in scena la commedia brillante in tre atti di Eduardo Scarpetta dal titolo “Tre calzoni fortunati”, commedia che ha fatto registrare il “tutto esaurito” nelle prime due serate del debutto avvenuto a Latina al Teatro Comunale “Armando Cafaro”.

Nell’estate del 2011 la compagnia partecipa  alla Rassegna FITA di Maranola di Formia (LT), vincendo il premio “Migliore interpretazione di gruppo”.

Nel 2012 la compagnia porta in scena la commedia brillante in due atti di Gaetano Di Maio dal titolo “Mettiamoci d’accordo e litighiamo”

Nell’estate del 2012 la compagnia partecipa alla Rassegna FITA di Maranola di Formia (LT), vincendo il premio “Migliore interpretazione di Gruppo”

Nel 2013 la compagnia porta in scena la commedia brillante in due atti dal titolo “Stasera ridi tu!” con ben 25 repliche tra Lazio e Campania

A gennaio 2014  il debutto con la commedia dal titolo “I volti di Napoli”, omaggio a tre grandi del teatro partenopeo: Totò, Eduardo e Massimo Troisi.

Novembre 2014 debutto con il nuovo spettacolo dal titolo “Miseria e Nobiltà” di Eduardo Scarpetta.

Nel 2016 la compagnia porta in scena la commedia di Gaetano Di Maio “Arezzo 29…in tre minuti”

L’Associazione Culturale “I SognAttori”, sempre sensibile alla realtà ed alle problematiche sociali abbina i suoi spettacoli ad associazioni di volontariato impegnate sul territorio.

Uno degli obiettivi dell’associazione è quello di avvicinare quanti più giovani all’arte del teatro, facendoli assaporare poco per volta questo magico e meraviglioso mondo.

L’Associazione oggi conta circa 20 iscritti che si impegnano e si adoperano affinché ciascuna delle commedie rappresentate possa in qualsiasi momento essere portata in scena ai massimi livelli.

Perché si è scelto come nome di “I SognAttori” ? Perché ognuno di noi ha un sogno, il nostro è quello di diventare un attore

Il Presidente

                                                                                                              Giovanni Iovine