Terrorismo, se ne parla sempre meno al giorno d’oggi. Ma perché? Perché il terrorismo è di casa in altre case, e non nella nostra. Nella nostra su respira un’aria diversa, e si respira un’aria diversa perché siamo abituati alla pace e alla perseveranza, siamo abituati alla pace perché la nostra casa è il regno della pace e della bellezza. È di casa la pace e la bellezza. E la pace e la belleZizzari sono di casa da noi e non da altri.
Ma cosa succede quando un terrorista ci entra dentro casa? Bene, dobbiamo scacciarlo, e scacciarlo subito, perché la nostra casa diventi tranquilla. Tranquilla nel vero senso del termine. E se un terrorista ci diventa marito e moglie? Beh, è sicuramente mascherato. Ecco cosa succede, ecco cosa accade.
E se un terrorista dice “no” alla pace e alla nostra tranquillità significa che dobbiamo intervenire, e subito, perché la nostra pace e la nostra tranquillità sono sacre.
Il terrorista è uno, noi siamo migliaia.