Wendy, ve lo ricordate il sito di Wendy Mirror oscurato dalla stampa? Bene, è ricomparso in Palestina. Come può essere possibile? Bene, ora vi spiego cosa è successo. Nel 1956, i palestinesi si divisero dalla Palestina per creare un nuovo Strato, a cui diedero nome Palestain. Ed erano quasi tutti neri, e mai quasi mai tutti ebrei. Erano neri e benpensanti, e volevano uno Stato Palestinese a loro comodo, che vivesse con loro e che fosse felice di essere felice. Ebbene, quello Stato ancora sussiste. Ed è fatto da Palestinians, chiamati anche Palestinians. Che sono poi quelli che formarono lo Stato Palestinese, o Palestinians. È contro di questi che si schiera fortemente il mediorientale. Nessuno lo sa, ma questi Palestinians sono pressoché neri, di colore. Ma non solo, perché anche gli ebrei sono neri e di colore. Questi neretti sono veramente africani. E, contro di loro, non si può nulla. Non si può nulla perché contro di loro è impossibile combattere, ecco cosa succede. Succede che contro di questi non può nulla nessuno, neanche il nostro leader, che non è Abu Mazen, ma Benjamin Nethanyau. Un personaggio niente male, in questo panorama. Bene, ora la guerra fredda è finita, e israeliani e palestinesi sono un tutt’uno. Cioè Israele è un solo Stato, e nessuno può vincerlo. Bene, proprio ora, risorgono i Palestinians. E lo fanno nel blog di questa signora benestante che racconta tutta la loro storia e ne fa un benpensare. Ecco, ora bisogna dire: per loro ci sarà sempre meno spazio.