Roma, 14 settembre 2017 – Ancora una settimana ricca di concerti, spettacoli, eventi cinematografici, passeggiate nella storia per questa 40ima edizione dell’Estate Romana.  Numerose le iniziative disseminate in diversi Municipi della Capitale: un’opportunità per scoprire la città, le sue bellezze e i suoi segreti attraverso lo sguardo di un artista, la parola di un attore, l’occhio attento di uno studioso.

 

Una finestra aperta sulla Laguna di Venezia. Fino al 20 settembre, una selezione di sale cinematografiche romane ospita la 23 ima  edizione de Il Cinema attraverso i grandi festival – da Venezia a Roma: una ricca vetrina di film della 74ima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Tra le proiezioni segnaliamo:venerdì 15 settembre alle 20.30, presso il Cinema Nuovo Sacher, il film Jusqu’à la garde di Xavier Legrand premiato con il Leone d’argento per la Miglior Regia e come Miglior Opera Prima. Lunedì 18doppio appuntamento con gli “addetti ai lavori” al Cinema Farnese: alle 19, proiezione e incontro con le registe di Lievito Madre – Le ragazze del secolo scorso di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria; alle 20.30, appuntamento con Mario Sesti che presenta il film La voce di Fantozzi. Mercoledì 20 alle 19, evento speciale di chiusura al Cinema Farnese con la proiezione gratuita (per concessione dell’ISTITUTO LUCE) de Il tentato suicidio nell’adolescenza di Ermanno Olmi; alle 20,La legge del numero uno di Alessandro D’Alatri e, a seguire, Raccontare Veneziadi Wilma Labate che incontrerà il pubblico insieme alla  sceneggiatrice Irene Bignardi; alle 21.30, Casa d’altri di Gianni Amelio e, a seguire, Aquagranda in crescendo alla presenza del regista Giovanni Pellegrini.Dal 21 al 24 settembre, torna, negli spazi del MACRO – Museo d’arte contemporanea Roma, Live Cinema Festival, la manifestazione internazionale incentrata sulle più innovative performance di spettacoli audio-video dal vivo.Mercoledì 20 alle 17, si terrà la conferenza sull’Audience Development in cui organizzazioni e istituzioni di Roma dialogheranno sul connubio tra spazi culturali “istituzionali” e programmazione culturale “non convenzionale”. Ogni serata sarà poi animata da live musicali; la programmazione del Festival sarà inoltre arricchita dal workshop gratuito sul Digital Storytelling che partirà il 21 settembre e durerà 4 giorni per 8 ore complessive (dalle 17 alle 19 in Sala Cinema).

 

L’Auditorium Parco della Musica ospita, dal 19 al 22 settembre, la XX edizione di Una striscia di terra feconda, festival franco-italiano ideato e diretto da Armand Meignan e Paolo Damiani: martedì 19, conferimento del Premio SIAE adAlessandro Lanzoni e i concerti PURPLE WHALE Inspired by Jimi Hendrix e ONJ (Orchestre National de Jazz) direction OLIVIER BENOIT PARIS-ROMA;mercoledì 20, due produzioni originali: Residenza d’Artista 2016 e TABLE con Maria Pia De Vito (voce, elettronica), Michele Rabbia (percussioni, elettronica) e Benoit Delbecq (pianoforte); giovedì 21, REQUIEM con Dominique Pifarely (violino, elettronica), Daniele Roccato(contrabbasso, elettronica), Michele Rabbia (percussioni, elettronica) e con la partecipazione di Rocco Castellano e Mauro Tedesco al contrabbasso; a seguire, concerto di Paolo Fresu e Gianluca Petrella. Si conclude il 17 settembre ilFestival Bouganville Celimontana che, nell’ambiente unico di Villa Celimontana, di fronte al palazzo Mattei, per due mesi ha riscaldato con le sue note jazz l’Estate Romana. Domenica 17 alle 21.30, Scoop Jazz Band, gruppo di giornalisti e musicisti uniti dalla passione del jazz, della bossa e del blues.

 

Torna per il sesto anno consecutivo Agorà – Teatro e Musica alle radici; sabato 16 settembre si parte alle ore 19 con Clowndroid a cura di Movimento Comicocon la regia di Anna Rizzi mentre, alle 20.30, va in scena lo spettacolo Zit 2.0 – La vendetta di Chiara Casarico e Tiziana Scrocca. Si chiude il 17 settembre il ricco cartellone di spettacoli di Officina Estate. Presso la Piazzetta Rossa di Largo Cannella (Spinaceto) alle ore 21: venerdì 15 settembre, Tuttoteatro.com presenta Assenza, Presenza, Trasparenza; sabato 16, la Scuola di Musica Consonanze, presenta una serata in cui si esibiranno in concerto giovani band emergenti.Domenica 17, a chiudere la kermesse, The black is the new black: a termine del laboratorio teatrale tenuto con i ragazzi del Centro Staderini, spettacolo performativo con ragazzi africani a cura di Gianluca Riggi con la collaborazione di Carlo Gori. In chiusura, sempre il  17 settembre, la programmazione del 3° Festival Internazionale del Circo Sociale – Dimondinmon: dalle 10 alle 13, Le storie abitano nei libri: storie di circo e clown per grandi e piccini e Spazio Truccambimbi; dalle 10.30 alle 12.30, laboratorio Cir-clown! – Giocoleria, piccole acrobazie teatrali, equilibrismi e il laboratorio Slapsticks! giocare a farsi male… per finta!; alle 12, spettacolo di artisti di strada dal titolo CLOWNIRISTAN a cura dell’Associazione Movimento Comico. Alle 17.30, infine, la Compagnia Tau presenta lo spettacolo Tombe’… dans les boisdedicato ai bambini dai 3 anni in su. In partenza il 18 settembre, al Teatro Marconi, il Progetto Lunga Vita. Tra gli spettacoli segnaliamo: lunedì 18 alle 19.30, La figura del cantastorie nella storia dell’Occidente: conferenza/concerto a cura di Daniele Mutino; martedì 19 alle 20, Donne no di Sara Valerio e Anna Maria Talone (con il patrocinio del MagFest Italia, in replica fino al 23); alle 21, in Arena, Shakespea Re di Napoli, composto e diretto da Ruggero Cappuccio con Claudio Di Palma e Ciro Damiano (in replicamercoledì 20 alle 21); in contemporanea nel teatro, Francesco Montanari inL’importanza di leggere i classici di Italo Calvino, con l’accompagnamento dell’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli e a cura di Davide Sacco.

 

In partenza sabato 16 settembre I Nasoni raccontano – La storia ha il naso lungo: progetto di narrazione performativa del quartiere di Centocelle, che sfrutta idealmente il punto di vista e la disposizione urbana dei “nasoni”.  Un ciclo di passeggiate performative tra le fontanelle delle vie e le piazze del quartiere distribuite negli ultimi due weekend di settembre (16 e 17 settembre e 23 e 24 settembre) con orario di inizio alle 21.00 (il ritrovo per gli spettatori è previsto per leore 20.30 a Piazza San Felice).

 

In chiusura il 17 settembre la quinta edizione della rassegna multidisciplinare per la cura dell’anima, Sguardi Oltre 2.0.: ultimo appuntamento alle 21 con la presentazione dell’opera Settecamini Tout Court – frammenti della periferia romana di Valerio Sabatini e Andrea Cauduro; a seguire Dancing Swing Party, dj set a cura di DJ Arpad. Si conclude il 17 settembreanche la prima edizione di Aniene Festival, rassegna sulle rive del fiume Aniene dedicata all’espressione creativa diffusa: alle 19.30, a chiusura della kermesse, Fabrizio Natalini parlerà diEnnio Flaiano e della “sua” Roma e, a seguire, ci sarà la premiazione del concorso letterario Ennio Flaiano a Roma; alle 22, Jazz a parco Nomentano con Miss Faro Swing Quartet.

 

Torna, infine, il Festival ArteScienza 2017 – Inventare il futuro, rassegna che punta sull’invenzione come “farmaco intelligente”:da venerdì 15 a domenica 17 settembre alle 21, al Teatro Vascello, va in scena, in prima assoluta, Corpus 2.0 a cura della compagnia di danza Excursus. La poesia e la “parola poetica urbana” come strumenti per mettere in primo piano la persona. È questo il filo conduttore del progetto Break Point Poetry / Città Poetica: l’appuntamento è previsto per sabato 16 settembre dalle 17 alle 19 presso il Giardino di Largo Alessandrina Ravizza. All’interno dell’Auditorium dell’Ara Pacis, il primo dei due incontri scientifici nell’ambito delle Public Lectures – Advances in Mathematics and Theoretical Physics. Appuntamento mercoledì 20 settembre alle 18.30, con il fisico Luciano Maiani per l’incontro dal titolo Particelle Elementari: la ricerca della semplicità.

 

È online il sitowww.estateromana.comune.roma.it con gli appuntamenti in programma e sono attivi i canali di comunicazione sui social network, facebook.com/EstateRomanaRomaCapitale e twitter.com/estateromana, instagram.com/estateromana, mentre #EstateRomana2017 è l’hashtag ufficiale della rassegna. Il programma è in continuo e costante aggiornamento.

Inoltre, è possibile contattare il numero060608 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 19per informazioni e acquisto dei biglietti.

 

L’Estate Romana 2017 è promossa daRoma Capitale ed è realizzata in collaborazione con SIAE (Società Italiana degli Autori e degli Editori) che riconosce particolari agevolazioni sul diritto d’autore, grazie ad ATAC SpA e Agenzia per la mobilità che forniscono un sostegno alla campagna di comunicazione e con il contributo tecnico di Dimensione Suono Roma. Le attività di comunicazione sono realizzate grazie al supporto di Zètema Progetto Cultura.

 

 

PROGRAMMA 15 – 21 SETTEMBRE

 

Estate Romana vuol dire schermi all’aperto – I FILM – eventi live in tutta la città – LA MUSICA –  percorsi per scoprire luoghi meno conosciuti della città – I PERCORSI – performance d’estate all’aperto e al chiuso – IL TEATRO. Ma l’Estate Romana non è solo spettacolo. In programma anche tante manifestazioni in cui cinema, arte, musica, laboratori, teatro e danza si incontrano nello stesso spazio – GLI INCROCI ARTISTICI – ed eventi in cui si intrecciano cultura scientifica ed esperimenti artistici –GLI ESPERIMENTI.

 

 

I FILM

 

Una finestra aperta sulla Laguna di Venezia. Fino al 20 settembre, una selezione di sale cinematografiche romane ospita la 23 ima  edizione de Il Cinema attraverso i grandi festival – da Venezia a Roma: una ricca vetrina di film della 74ima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Da tutte le sezioni del festival, i titoli più prestigiosi ed acclamati in anteprima assoluta in versione originale sottotitolati in italiano ed eventi speciale con la partecipazione di registi e cast. Tra gli eventi in programma questa settimana:venerdì 15 settembre alle 20.30, presso il Cinema Farnese, proiezione del filmL’equilibrio  di Vincenzo Marra che prenderà parte alla serata; sempre alle 20.30, presso il Cinema Nuovo Sacher, verrà proiettato il film Jusqu’à la garde diXavier Legrand premiato con il Leone d’argento per la Miglior Regia e come Miglior Opera Prima; sabato 16 alle 20, sempre al Cinema Farnese, Longing (Ga’agua) di Savi Gabizon, Premio del Pubblico Bnl; domenica 17 alle 22.30, presso il Cinema Giulio Cesare, proiezione di The Testament (Ha Edut) di Amichai Greenberg. Lunedì 18 doppio appuntamento con gli “addetti ai lavori” al Cinema Farnese: alle 19, proiezione e incontro con le registe di Lievito Madre – Le ragazze del secolo scorso di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria; alle 20.30, appuntamento con Mario Sesti che presenta il film La voce di Fantozzi. Martedì 19 alle 16.30, presso il Cinema Eden, proiezione di Ex Libris – The New York Public Library di Frederick Wiseman, vincitore del Premio FIPRESCI;  ancora al Farnese, proiezione alle 20.30, di The Millionairs di Claudio Santamaria che a fine proiezione incontrerà il pubblico; alle 22.30, al Giulio Cesare, Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli, Premio Miglior Film ORIZZONTI. Mercoledì 20 alle 19, evento speciale di chiusura al Cinema Farnese con la proiezione gratuita (per concessione dell’ISTITUTO LUCE) de Il tentato suicidio nell’adolescenza di Ermanno Olmi; alle 20,La legge del numero uno di Alessandro D’Alatri e, a seguire, Raccontare Veneziadi Wilma Labate che incontrerà il pubblico insieme alla  sceneggiatrice Irene Bignardi; alle 21.30, Casa d’altri di Gianni Amelio e, a seguire, Aquagranda in crescendo alla presenza del regista Giovanni Pellegrini.

 

Fino 21 settembre, torna per il secondo anno, al Teatro Tor Bella Monaca, la rassegna di cinema Impressioni di settembre. Dall’energia di un nuovo inizio e la malinconia della fine dell’estate che contraddistinguono il mese di settembre, nasce l’idea di questa rassegna che vede tra le sue proposte una vasta sezione documentaristica, genere su cui si sta rifondando una porzione importante del cinema italiano, ma che lancia uno sguardo anche alle arene estive e alle proposte dei mesi appena trascorsi. In programma per quest’ultima settimana alleore 21: venerdì 15 settembre, Goodbye Darling, I’m off to fight /Ciao amore, vado a combattere), film di Simone Manetti che, a seguire, incontrerà il pubblico; sabato 16, La corsa de l’ora, del regista Antonio Belliache sarà presente a fine proiezione;domenica 17, Inside Out, film d’animazione Premio Oscar della Pixar diretto da Pete Docter. Lunedì 18, Truman – Un vero amico è per sempre di Cesc Gay; martedì 19, Sarà il mio tipo? con la regia di Lucas Belvaux; mercoledì 20, Fishermen’s Conversations di Chiara Bove Makiedo;giovedì 21, in chiusura, Lascia stare i santidi Gianfranco Pannone.

 

Dal 21 al 24 settembre, 8 nazioni coinvolte, 14 artisti, live cinema performance, screenings e workshop per un festival che riflette lo spirito della nostra epoca in cui la tecnologia ha invaso ogni aspetto della nostra vita. Dopo SCREENINGS, preview del festival che, dal 1° agosto, era stata trasmessa nel foyer del museo per preparare il pubblico alle performance dei giorni successivi (fino al 20 settembre e in replica nell’Auditorium, dal 21 al 24 dalle 19 a mezzanotte), torna, negli spazi del MACRO – Museo d’arte contemporanea Roma, Live Cinema Festival, la manifestazione internazionale incentrata sulle più innovative performance di spettacoli audio-video dal vivo. Macchine, arte e tecnologia si uniscono nei 4 giorni del festival per diffondere nuovi messaggi e nuove prospettive, proponendo un nuovo immaginario, abbattendo le frontiere tra il mezzo e il contenuto, manipolando immagini e utilizzando diverse tecniche di approccio alla creazione del contenuto finale, frutto dell’improvvisazione e dell’abilità degli artisti. Mercoledì 20 alle 17, nella Sala Cinema del MACRO si terrà la conferenza sull’Audience Developmentin cui organizzazioni e istituzioni di Roma, dialogheranno sul connubio tra spazi culturali “istituzionali” e programmazione culturale “non convenzionale”. Ogni serata sarà poi animata da live musicali: giovedì 21 con inizio alle ore 19, dj-set fusion e sperimentale di Flavia Lazzarini per l’opening party nella Macro Hall in collaborazione con il progetto di musica elettronica più famoso della Capitale,Glamda, che proseguirà a fine serata dalle 23 alle 2; dalle 21 alle 22, FUNKI PORCINI, uno dei pionieri dell’etichetta britannica Ninja Tune; dalle 22 alle 22.45, verrà presentato per la prima volta in assoluto in Italia il futuristico live show dell’artista iraniano Ash Koosha. La programmazione del Festival sarà arricchita anche dal workshop gratuito sulDigital Storytelling che partirà il 21 settembre e durerà 4 giorni per 8 ore complessive (dalle 17 alle 19 in Sala Cinema).

 

 

LA MUSICA

 

Si conclude il 17 settembre il Festival Bouganville Celimontana che, nell’ambiente unico di Villa Celimontana, di fronte al palazzo Mattei, per due mesi ha riscaldato con le sue note jazz l’Estate Romana con sei concerti serali a settimana, punti ristorazione e lounge bar. Tra gli appuntamenti di questa ultima settimana, alle 21.30: venerdì 15 settembre, Red Pellini & his Dixieland Jazz Band con Red Pellini (sax tenore), Michael Supnick (trombone), Mauro Verrone(clarinetto), Giancarlo Colangelo (sax basso), Luca Filastro (pianoforte) e Carlo Battisti (batteria); sabato 16, in onore del centenario della nascita di Dizzy Gillespie, il Gianni Oddi quartet avrà come ospite Cicci Santucci; domenica 17, Scoop Jazz Band, gruppo di giornalisti e musicisti uniti dalla passione del jazz, della bossa e del blues: Dino Pesole alla chitarra, editorialista del Sole24ore, Antonio Troisealle tastiere, editorialista di QN e nel mondo della comunicazione, Romano Petruzzi al sax, consulente del lavoro, e Stefano Sofi, giornalista del Messaggero. Al gruppo originario si uniscono le voci diDonatella Cambuli e Massimo Leoni, giornalista  di Skytg24. La sezione ritmica si potenzia con l’ingresso di Antonello Mango al basso e Guido Cascone alla batteria. Infine, nella band, il sassofonistaSebastiano Forti e alla tromba Stefano Abitante. Non solo jazz, blues e bossa nel repertorio della  band, ma anche incursioni nel rhythm and blues e rivisitazioni di alcuni grandi successi della musica rock.

 

L’Auditorium Parco della Musica ospita, dal 19 al 22 settembre, la XX edizione di Una striscia di terra feconda, festival franco-italiano ideato e diretto da Armand Meignan e Paolo Damiani: un evento fondato sull’incontro e lo scambio rischioso e creativo tra i solisti dei due Paesi. Diversi gli incontri franco-italiani e le produzioni originali pensate appositamente per questa ventesima edizione: martedì 19, conferimento del Premio SIAE ad Alessandro Lanzoni e i concerti PURPLE WHALE Inspired by Jimi Hendrix e ONJ (Orchestre National de Jazz) direction OLIVIER BENOIT PARIS-ROMA;mercoledì 20, due produzioni originali: Residenza d’Artista 2016 e TABLE con Maria Pia De Vito (voce, elettronica), Michele Rabbia (percussioni, elettronica) e Benoit Delbecq (pianoforte); giovedì 21, REQUIEM con Dominique Pifarely (violino, elettronica), Daniele Roccato(contrabbasso, elettronica), Michele Rabbia (percussioni, elettronica) e con la partecipazione di Rocco Castellano e Mauro Tedesco al contrabbasso; a seguire, concerto di Paolo Fresu e Gianluca Petrella.

 

Un ricco calendario di concerti di musica classica (e non) per i Concerti del Tempietto – Festival Musicale delle Nazioni all’interno della rassegna Notti romane al Teatro Marcello: fino al 26 settembre, uno spettacolo ogni sera alle20.30 preceduto alle 19.45 da una breve visita guidata nell’area storico-archeologica del Teatro Marcello, del Portico di Ottavia, della Tribuna Campitelli con vista sul Tempio di Apollo Sosiano. Una serie di serate in collaborazione con l’Associazione PIANOFRIENDS di Milano: venerdì 15 settembre, concerto della pianistaFrancesca Di Molfetta che eseguirà musiche di Bach, Beethoven, Chopin, Scarlatti, Liszt e Rachmaninov; sabato 16, melodie di Chopin e Liszt eseguite al pianoforte da Xing Chang; domenica 17, Riccardo Zangirolami proporrà al pianoforte musiche di Brahms, Liszt, Rachmaninov e Liszt; lunedì 18, il pianistaGaetano Ciraulo eseguirà brani di Bach, Beethoven, Liszt, Ravel e Chopin; martedì 19, concerto su melodie di Enescu, Liszt, Chopin, Prokofiev e Fauré eseguite al pianoforte da Stefan Macovei. Mercoledì 20, concerto della pianista Gabriella Cioffiche eseguirà musiche di Beethoven, Liszt, Brahms e Prokofiev; giovedì 21, Claudio Bonechi si esibirà al pianoforte su melodie di Mozart, Beethoven e Schumann.

 

 

IL TEATRO

 

Guardare il nostro tempo attraverso il teatro con la rassegna teatrale Officina Estate. Un ricco cartellone di spettacoli, che vedrà la sua conclusione il 17 settembre, segnato da un sguardo prismatico: dalla poesia al femminicidio, dalle tematiche ambientali ai fenomeni migratori. Presso la Piazzetta Rossa di Largo Cannella (Spinaceto) alle ore 21: venerdì 15 settembre, Tuttoteatro.compresenta Assenza, Presenza, Trasparenza: con elaborazioni da più di 30 contributi sonori di artisti che hanno partecipato ai dieci anni del Premio Tuttoteatro.comDante Cappelletti, sono state elaborate due diverse opere musicali da Antonia Gozzi e Martux_M-Maurizio Martusciello. Firma lo spazio scenico, offrendo al pubblico una rara occasione di partecipazione e responsabilità, il maestroMarcello Sambati; sabato 16, la Scuola di Musica Consonanze, presenta una serata in cui si esibiranno in concerto giovani band emergenti. Domenica 17, a chiudere la kermesse, The black is the new black: a conclusione del laboratorio teatrale tenuto con i ragazzi del Centro Staderini, spettacolo performativo con ragazzi africani a cura di Gianluca Riggi con la collaborazione di Carlo Gori. È un visione surreale dell’ipocrisia che pervade la società europea nel rapporto con le migrazioni, ove assistiamo quotidianamente alla spoliazione della loro umanità per divenire “pacchi”, “sacchi della spazzatura” da spedire e spostare verso nuove destinazioni.

 

In chiusura la programmazione del 3° Festival Internazionale del Circo Sociale – Dimondinmon. Fino al 17 settembre,eventi di strada, spettacoli di circo/teatro, laboratori e tanto altro per i più piccoli, comprese due settimane di campus estivo per i bambini dai 4 ai 12 anni. Un ciclo di eventi dedicati alle famiglie presso il Centrale Preneste Teatro, nel cuore di una delle periferie più multietniche della Capitale: l’esperienza del Circo Sociale si rivolge soprattutto a bambini e ragazzi al fine di promuovere la conoscenza reciproca e la coesione sociale. Fino a venerdì 15 settembre, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 16.30, ilCampus di Circo sociale; sempre venerdì, alle 17.30, la Compagnia We, Oui!Presenta lo spettacolo Puccetto! (RossO)dedicato ai bambini dai 4 anni in su; sabato 16 alle 17.30, Rosa a cura del Teatro C’Art Comic Education rivolto ai bambini dai 5 anni in su; domenica 17 dalle 10 alle 13, Le storie abitano nei libri: storie di circo e clown per grandi e piccini e Spazio Truccambimbi; dalle 10.30 alle 12.30, laboratorio Cir-clown! –  Giocoleria, piccole acrobazie teatrali, equilibrismi  e il laboratorio Slapsticks! giocare a farsi male… per finta!; alle 12, spettacolo di artisti di strada dal titolo CLOWNIRISTANa cura dell’Associazione Movimento Comico. Alle 17.30, infine, la Compagnia Tau presenta lo spettacolo Tombe’… dans les bois dedicato ai bambini dai 3 anni in su.

 

Fino al 23 settembre, torna sul palco di Villa Mercede il Roma Fringe Festival: 50 compagnie dall’Italia e dal mondo, per oltre 150 appuntamenti tra prime italiane e internazionali. Gli spettacoli in programma questa settimana sono: venerdì 15 settembre alle 19.30, H (palco A) di Vania Castelfranchi, Matteo Paino e Claudia Marsico e SISTER(s) – miraggio su strada qualunque (palco C) di Andrea Dellai con la regia di Tommaso Franchin; alle 21, S Y R I U S (palco A) di Romana Testasecca / Karen Killeen con la regia di Karen Killeen, Opera Panica (palco B) di Alejandro Jodorowsky, diretto da Pietro Dattola, e Goose (palco C) de La Cavalcade En Scene con la regia di Ladislaja Pietrangeli; alle 22.30, A Sciuqué (palco A), scritto e diretto da Ivano Picciallo, e The Conductor(palco C) di Mark Wallington e Jared McNeill che ne firma anche la regia. Sabato 16, ad aprire la serata, a partire dalle 19.30, i tre spettacoli più votati della settimana e, alle 22.30, il regista di Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti, presenterà i suoi cortometraggi più premiati con ospiti a sorpresa (Palco A), e, sempre alle 22.30, sul Palco B i live di Spaghetti Unplugged in una speciale “trasferta Fringe”. Domenica 17 alle 19.30, Io amo il mio lavoro (palco A), di Marianna Gioconda Rotella con la regia di Tommaso Massimo Rotella, Anche voi siete qui per…(palco B) di Angelo Callerame con la regia di Roberto Calabrese, e Il Gigante Egoista(palco C) dei Cattivi Maestri con la regia diAntonio Tancredi; alle 21, shhh non lo dire a nessuno (palco A), di Ludovica Bei,Alfredino (palco B), di Fabio Banfo e Serena Piazza, e Ci chiamarono tutti Alda(palco C) di Fabio Appetito con la regia diMarco Guadagno; alle 22.30, Voglio vedere una balena (palco C) scritto e diretto da Giovanni Avolio. Lunedì 18 alle 19.30, shhh non lo dire a nessuno (palco B) e Voglio vedere una balena (palco C); alle 21, Anche voi siete qui per… (palco A),Ci chiamarono tutti Alda (palco B) e Alfredino (palco C); alle 22.30, Il Gigante Egoista (palco A) e Io amo il mio lavoro(palco C). Martedì 19 alle 19.30, Io amo il mio lavoro (palco A), Anche voi siete qui per… (palco B) e Il Gigante Egoista (palco C); alle 21, shhh non lo dire a nessuno(palco A), Alfredino (palco B) e Ci chiamarono tutti Alda (palco C); alle 22.30,Voglio vedere una balena (palco C). mercoledì 20, serata dedicata ai semifinalisti; giovedì 21 alle 19.30, serata in cui andranno in scena gli spettacoli finalisti del Roma Fringe Festival.

 

In partenza il 18 settembre il Progetto Lunga Vita: manifestazione che fino al 24 settembre vedrà susseguirsi ogni giorno per oltre quattordici ore consecutive, presso il Teatro Marconi di Roma, spettacoli teatrali, proiezioni, retrospettive, balletti, esposizioni artistiche, performance, meeting, residenze e workshop. Lunedì 18 settembre alle 19.30, La figura del cantastorie nella storia dell’Occidente: conferenza/concerto a cura di Daniele Mutino; alle 21, in Arena, concerto dell’Alfio Antico Trio; in contemporanea, all’interno del teatro, Versus Dante | versione 2.0, discesa nella Commedia dantesca con i premiati nel Festival Dantesco diretti daPaolo Pasquini e Agnese Ciaffei. Martedì 19 alle 19, in Arena, Shakespeare. La lingua dei sogni: incontro con Nadia Baldi e Claudio Di Palma; alle 20, Donne no di Sara Valerio e Anna Maria Talone (con il patrocinio del MagFest Italia, in replica fino al 23); alle 21, in Arena, Shakespea Re di Napoli, composto e diretto da Ruggero Cappuccio (in replica mercoledì 20 alle 21); in contemporanea nel teatro, Francesco Montanari in L’importanza di leggere i classici di Italo Calvino con l’accompagnamento dell’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli e a cura di Davide Sacco. Mercoledì 20 alle 17.30, Il Cigno di Avon, dibattito con il Prof. Raimondo Guarino e il M° Tato Russonell’ambito del progetto Shakespeare Lab; alle 19, Titu Andronicu. Sa Mudadura, ideato e diretto da Daniele Monachella; alle 21, in teatro, Buongiorno a te Macbeth, scritto e diretto da Davide Sacco; alle 22.30, Che si dice sull’amore?, concerto/spettacolo con Giuseppe Moffa, Antonio Pascale, Primiano Di Biase e Simone Talone. Giovedì 21 alle 17.30, Openclass Workshop Mimo, Maschera e Movimentodiretto da Michele Monetta e Lina Salvatore; a seguire, presentazione del libro Mimo e Maschera (Dino Audino Editore) a cui prenderanno parte gli autori Monetta e Rocca; alle 21, spettacolo Il baciamano di Manlio Santanelli, diretto daGiovanni Esposito; alla stessa ora, Scilla taglia i capelli a Niso, di e con Eva Griecocon musiche dal vivo di Lorenzo Lemme e Alessandro Ciccarelli; a seguire, Ad sidera – verso le stelle: performance di e con Ashai Lombardo Arop.

 

Dal 20 fino al 30 settembre si riaprono le porte del Teatro di Documenti per Atto-Ri-Tratto, rassegna di teatro e arti visive nel cuore del quartiere Testaccio. Il progetto vuol essere un omaggio al genio diLuciano Damiani, lo “scenografo rivoluzionario”, a dieci anni dalla sua scomparsa. Tutti i giorni dalle 17.30 alle 21.30, sarà possibile visitare la mostra Atto-Ri-Tratto, con i bozzetti di scene e costumi che illustrano l’intero processo artistico di Damiani dagli esordi come scenografo costumista fino alla creazione del Teatro di Documenti; alle 20 il pubblico potrà prendere parte a una Visita-Spettacolo TeatralMusicale accompagnati da attori, cantanti e musicisti che daranno voce e vita ai volti disegnati. Dalle 18.30 alle 19.30, verranno offerti MiniLab teatrali aperti non solo ai professionisti ma a tutti coloro vogliano mettersi alla prova con la recitazione. Dalle 17.30 alle 21.30, Ritratti e Fotoritratti su prato fiorito: ad accogliere il pubblico, all’esterno del teatro, i visitatori troveranno due artisti dai quali sarà possibile farsi immortalare in un ritratto anche in costume. Giovedì 21, dalle 17.30 alle 18.30, il primo dei quattro Laboratori teatrali per bambini che prendono spunto da una favola in musica, L’amore delle tre melarance, a partire dai bozzetti di Damiani progettati per quest’opera.

 

Fino al 30 settembre, presso l’Anfiteatro Colosseo di Pietralata di Via Luigi Bombicci, torna per il sesto anno consecutivo Agorà – Teatro e Musica alle radici. La rassegna si pone l’obiettivo di promuovere il teatro come strumento di conoscenza, impegno sociale e integrazione. Un insieme di spettacoli, eventi e proposte artistiche all’insegna dell’esplorazione e della ricerca che si inserisce nel territorio e lo rende parte integrante dello spettacolo stesso. Sabato 16 settembre si parte alle ore 19 con Clowndroid a cura di Movimento Comicocon la regia di Anna Rizzi: evento comico ed eccentrico con personaggi vivacemente grotteschi ispirati ai clown di Fellini che trasformeranno gli spazi in quadri viventi inconsueti e surreali; alle 20, ROMA POPOLARE itinerari di altro turismo, a cura di Tiziana Scrocca con la collaborazione di Maria Chiara Russo, Jessica Bertagni, Consuelo Casu Di Gaetano e Danilo Turnaturi: spazio alle storie narrate e testimonianze di vita, passeggiando tra i cortili dove si racconta agli spettatori, tra passato e presente, tra memoria letteraria e spaccati di vita, una Roma inedita, quella popolare; alle 20.30, va in scena lo spettacolo Zit 2.0 – La vendetta di Chiara Casarico e Tiziana Scrocca. Domenica 17 dalle 18 alle 20 il pubblico potrà prendere parte a laboratori creativi: Canti di lotta e di passione a cura di Chiara Casarico (Coro Pettirossi da Combattimento, San Lorenzo, alle 18), Danze popolari internazionali

a cura di Lucrezia Lo Bianco (Folk Atelierdi Reggio Emilia, alle 19) e Performance Teatro “Don Chisciotte” a cura di Tiziana Scrocca (Laboratorio teatrale Arteatrandodell’Associazione dei genitori, Scuola San Cleto, alle 20); alle 21, il rapporto tra gli individui e la città – spazio fisico urbano degli incontri urbani – viene affrontato con lo spettacolo Città invisibili, ispirato al capolavoro di Italo Calvino e ripreso Argillateatri – The way to the Indies.

 

 

I PERCORSI

 

Parte sabato 16 settembre I Nasoni raccontano – La storia ha il naso lungo: progetto di narrazione performativa del quartiere di Centocelle, che sfrutta idealmente il punto di vista e la disposizione urbana dei “nasoni”, note fontane di acqua potabile gratuita caratteristiche della città e diffuse in tutto il territorio urbano.  Un ciclo di passeggiate performative tra le fontanelle delle vie e le piazze del quartiere distribuite negli ultimi due weekend di settembre (16 e 17 settembre e 23 e 24 settembre) con orario di inizio alle 21.00 (il ritrovo per gli spettatori è previsto per le ore 20.30 a Piazza San Felice). Gli spettatori, guidati di volta in volta da attori, cominceranno a scoprire i Nasoni del percorso e, a ogni fermata del viaggio, potranno fare un incontro con la storia. Aneddoti, storie, poesie, musica per raccontare un quartiere che ha fatto la storia di Roma.

 

Fino al 24 settembre, l’Atelier Montez aderisce all’Estate Romana conPietralarte, trasformando Via di Pietralata in una vera e propria opera d’arte diffusa. Vari i per-corsi previsti dalla manifestazione: iI per-corso GIALLO – Art-street Pietralata, dedicato alle arti visive (in chiusura domenica 17 settembre); il per-corso ROSSO, dedicato al Ritual artistico e all’arte-narrazione che prevede, sabato 16 settembre alle 22,  lo spettacolo dal titolo Abbracciami nei sogni con Helena Velena, Vitaldix T Rose, Antonio Saccoccio, Giuseppe Savino e Michele Tozzuoli(l’azione seguirà il suo itinerario partendo dall’Atelier Montez per arrivare al parco dell’Aqua Virgo con ingresso da via dei Monti di Pietralata); il per-corso BLU – Sulle orme di Pasolini curato dall’artista e attore Alessio De Caprio, dedicato a Pier Paolo Pasolini, appunto, intellettuale italiano che ha vissuto parte della sua vita nel quartiere Pietralata. Appuntamento davanti l’Atelier Montez alle ore 18 tutti i giovedì fino al 21 settembre con De Caprio che reciterà per i passeggeri del 211, rievocando luoghi e personaggi descritti nei testi e nelle lettere private di Pasolini. Ilper-corso ARANCIONE – Pietralarte il Filmrappresenta il docu-film su Pietralarte: una troupe cinematografica percorrerà gli altri percorsi di Pietralarte documentando le azioni degli artisti ed il coinvolgimento dei visitatori; con la regia di Giò Montez, terza sessione di riprese dall’1 al 17 settembre. Il per-corso VIOLA – Giochiamo con l’Arte, infine, è dedicato a  famiglie e bambini che saranno introdotti al mondo dell’arte tramite l’approccio dell’arteterapia: appuntamento tutti i martedì fino al 21 settembre alle 17.30.

 

Settembre è (E)state al Forte. Tutti i venerdì, fino al 29 settembre, un ciclo di visite guidate, con incontro alle ore 17.30, all’interno del Forte Bravetta, uno dei forti del Campo Trincerato di Roma realizzato a fine ‘800, situato all’interno dell’omonimo parco e, più in generale, nel più ampio contesto naturalistico della Riserva Naturale delle Valle dei Casali, a cavallo tra XI e XII Municipio. Utilizzato come deposito militare all’inizio del ‘900, il forte rappresenta un luogo di memoria per le drammatiche vicende legate alla resistenza romana che qui si sono svolte. L’iniziativa si inserisce nelle attività che da tempo l’Associazione Progetto Forti porta avanti nel tentativo di portare alla luce l’importante patrimonio architettonico fortificato della città e promuoverne la valorizzazione grazie a una diversificazione dell’offerta culturale che ne prevede un graduale reinserimento all’interno del contesto urbano e dei servizi offerti alla cittadinanza.

 

Ancora Radio San Lorenzo: progetto dedicato alla trasformazione urbana e culturale del quartiere, attraverso il racconto del presente e del passato, immaginando gli sviluppi futuri e ospitato,fino al 30 settembre, all’Ex Dogana e nelle piazze e luoghi simbolo di San Lorenzo. Suwww.radiosanlorenzo.it continuano le dirette streaming degli eventi musicali all’Ex Dogana; dallo Scalo Est, venerdì 15 settembre da mezzanotte alle 6 del mattino, ci si potrà sintonizzare per Jonas Kopp; sabato 16, invece, sarà la volta di Adam X.

 

 

INCROCI ARTISTICI

 

In chiusura la quinta edizione della rassegna multidisciplinare per la cura dell’anima, Sguardi Oltre 2.0. Il quartiere nella periferia romana di Settecamini ospita, fino al 17 settembre, sette giornate in cui, dal mattino alla sera, una ricca programmazione di eventi nei quali il pubblico è parte fondante dell’atto performativo. Tra gli eventi in programma:venerdì 15 settembre alle 17.30, presso il Parco Insieme, conversazioni in instant streaming Sguardi Oltre da Settecamini, Roma, a cura del blogger Simone Pacini. Alle 21, Come si racconta un quartiere: Le strade che circondano la città di Dite, ovvero le borgate di Pasolini, spettacolo di prosa e musica di Maututa Teatro con interventi musicali di Roberto Caetani. Sabato 16 alle 17, reading poetico dal titoloL’anima del Luogo con gli attori Gloria Sapio e Maurizio Repetto; alle 18.30, Settecamini in musica: concerto dei professionisti della scuola Anton Rubinstein con il chitarrista jazz Marco Paolucci; alle 21.30, in prima romana, I luoghi e la vita: Emigranti Esprèss, dalla trasmissione omonima per Radio 2, spettacolo di e con Mario Perrotta. Domenica 17 alle 12, Raccontare con le mani: Le avventure di Piccolo Giallo e Piccolo Blu, spettacolo di Teatro di Figura della Compagnia Karibù; alle 17, Settecamini in musica con il concerto de I Piccoli Musicisti della Rubinstein; alle 19, Raccontare danzando: Camminamenti conAndrea Gallo Rosso e Ramona di Serafino: spettacolo di danza site specific con la partecipazione degli allievi del laboratorioPostProduzione #LAB; alle 21, presentazione dell’opera Settecamini Tout Court – frammenti della periferia romana diValerio Sabatini e Andrea Cauduro; a seguire Dancing Swing Party, dj set a cura di DJ Arpad.

 

Si conclude il 17 settembre anche la prima edizione di Aniene Festival, rassegna sulle rive del fiume Aniene dedicata all’espressione creativa diffusa: 19 giorni di eventi adatti al pubblico di tutte le età, aperto tutti i giorni, dalle 18 fino alla mezzanotte, caratterizzato da cinque aree tematiche che ne hanno definito la proposta artistica: Comedy Night, Concerti in pista, Piccolo Cinema, LetteralMente e Balera Swing. Tra gli eventi in programma questa settimana: venerdì 15 alle 22, concerto dei Veeblefetzer; sabato 16 alle 21 proiezione di Orecchie, scritto e diretto da Alessandro Aronadio che sarà presente durante la serata con alcuni dei protagonisti del film; domenica 17 alle 19.30, a chiusura della kermesse, Fabrizio Natalini parlerà di Ennio Flaiano e della “sua” Roma e, a seguire, ci sarà la premiazione del concorso letterario Ennio Flaiano a Roma; alle 22, Jazz a parco Nomentano con Miss Faro Swing Quartet.

 

Il 21 e 22 settembre in scena la sesta edizione di Corviale Urban LAB presso la Galleria Il Mitreo ai piedi del “Serpentone” di Corviale: uno spettacolo multiplo con decine di spettacoli e performance, mostre videomapping e street art. Giovedì 21 dalle 21, si susseguiranno vari spettacoli e perfomance: ad aprire, il Sogno della Crisalide, progetto musicale noto per aver inciso un brano dedicato a Stefano Cucchi; seguono Leo Folgori, in coppia con il reading dello scrittore Luca Manoni, i reading teatrali dei fenomeni poetici del momento Gio Evan e Ivan Talarico e gli istrionici e irriverenti Slavi Bravissime Persone, con un live speciale in attesa dell’uscita ad ottobre del loro album perBeta Produzioni. A conclusione, Jam session finale.

 

Dopo 10 anni, fino al 24 settembre, torna Tor Tre Teste Pop-olare, una delle arene più amate dagli abitanti di Roma Est (e non solo). Una rassegna che tiene alti i vessilli della tradizione e che prende forma dalle musiche e dal teatro popolare. Importanti artisti si alterneranno sul palco dell’Arena Palatucci; di seguito una selezione degli eventi in programma alle ore 21: venerdì 15 settembre, La foto del Carabiniere (la storia di Salvo D’Acquisto e di mio padre di e con Claudio Boccaccini; sabato 16, Milani&DeSantis Show di e con Francesca Milani & Danilo De Santis; domenica 17, S’amavaNo scritto, diretto e interpretato daEnrico Maria Falconi. Lunedì 18, Killerscon Dario Biancone e Fabrizio Catarci; martedì 19, Marocchinate con Ariele Vincenti, di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti con la regia di Nicola Pistoia;mercoledì 20, La mia donna è differente di e con Nino Taranto; giovedì 21, 80 Voglia di Cabaret con Fabrizio Gaetani.

 

Dal 15 al 24 settembre, riparte l’Aperossa Romana, Festival itinerante di cinema, musica e memoria condivisa. Sei eventi gratuiti all’insegna della memoria e della contemporaneità che animeranno le strade dei quartieri Ostiense, San Paolo e Testaccio con un interessante programma di concerti jazz, visite guidate e proiezioni cinematografiche all’aperto. Sei eventi in tre luoghi simbolo di altrettanti quartieri storici: Centrale Montemartini (Ostiense –15 e 16 settembre), Parco Schuster (San Paolo – 21 e 22 settembre), MACRO (Testaccio – 23 e 24 settembre). Ogni volta verrà proposto uno spettacolo musicale, un documentario dedicato alla prima edizione dell’Estate Romana (1977), un walkabout per le vie del quartiere (a cura di Urban Experience) alla scoperta della sua storia e un film italiano d’autore, scelto tra quelli che hanno partecipato a festival e mostre, nazionali o internazionali. Inoltre, in ogni quartiere verrà proiettato un documentario originale che ne celebra la memoria, realizzato per l’occasione dall’AAMOD – Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico con materiale d’archivio. Venerdì 15 settembre, a Centrale Montemartini, alle 18, per Walkabout: conversazioni nomadi ed esplorazioni partecipate a cura di Urban Experience, Il cratere dei Mercati Generali;alle 20, Emiliano Torquati e Greg Hutchinson live e, a seguire, la musica incontra le immagini con  Roma ’77 di Emanuele Redondi (in replica, sabato 16 e giovedì 21); alle 21, proiezione del documentario Kowalsky di Paolo Di Nicolae, a seguire, Sole cuore amore di Daniele Vicari. Sabato 16 alle 18, per Walkabout, Vuoti di senso e senso dei nuovi: nella nomansland della riva ostiense; alle 20, concerto per organetto di Alessandro D’Alessandro; alle 21, replica di Kowalskydi Paolo Di Nicola e, a seguire, Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni. Giovedì 21, preso il Parco Schuster, alle 18, perWalkabout, Verso la garbata Garbatella; alle 20, Emiliano Torquati live; alle 21, San Paolo di Pino Bertucci e, a seguire, L’Imperatore di Roma di Nico D’Alessandria.

 

 

Fino al 24 settembre, teatro, cinema, libri, musica, giornalismo d’inchiesta e fumetti animano il Giardino della Magnolia della Casa Internazionale delle Donne, trasformandolo in una piazza aperta a tutte e a tutti, con la manifestazione La Casa (S)piazza. Venerdì 15 settembre alle 21, DILEMMI – soluzioni impossibili per anime sensibili, un progetto delle NoChoise con Federica Tuzi (voce narrante) e Merel Van Dijk (voce e chitarra, pianola, pc); sabato 16 dalle 16 alle 19, workshop gratuito dal titolo Essere Ella: la storia e le caratteristiche del Jazz vocale partendo dal testamento musicale della grande Ella Fitzgerald a cura di Susanna Stivali, cantante, compositrice e docente presso il Conservatorio di Pescara dove è titolare di cattedra in canto jazz. Martedì 19 dalle 17 alle 20, un altro workshop gratuito, Il fascino della scienza, a cura di Flavia Zucco, presidente dell’Associazione Donne e Scienza; giovedì 21 dalle 17 alle 20, ancora un workshop gratuito dal titolo La modernità di Jane Austen cura di Annamaria Crispino (direttore diLeggendaria) e Alessandra Pigliaru(giornalista e presidente della Società italiana delle Letterate).

 

Il Teatro Biblioteca Quarticciolo, diretto da Veronica Cruciani, riprende la programmazione, fino al 27 settembre, con un’anteprima di stagione densa di spettacoli, cinema, concerti. Questa prima parte è dedicata alla rassegnaASSOCIAZIONI IN COMUNE che vedeprotagoniste le Associazioni del Municipio V ed è destinata ai ragazzi, alle loro famiglie e agli insegnanti. Venerdì 15 settembre alle 21, Magnitudo Nove presenta Un cottage tutto per sé di e conNatalia Magni con la regia di Sonia Barbadoro; sabato 16 alle 21, proiezione con ingresso gratuito di Gancio Swing, documentario estratto da Pugni e Socialismo, storia popolare della boxe a Cuba, di Chiara Gregoris e Giuni Ligabue(seguirà dibattito); domenica 17 alle 18, 39 scalini di John Buchan da un adattamento di Patrick Barlow con Alessandro Di Somma, Diego Migeni, Yaser Mohamed e Marco Zordan, con la regia di Leonardo Buttaroni. Martedì 19 alle 21, il coro femminile LE COEUR presenta Canti dal Mondo, ideato e condotto da Daniela De Angelis e, a seguire, laboratorio autogestito di canto/teatro del Laboratorio Sociale 100 Celle che gestisce i locali dell’ex Casale Falchetti dal titolo Il sogno di Cesare, ideato e condotto da Cesare Oliva; mercoledì 20 alle 21, spettacolo Le città invisibili, con Alessandro Vantini, Alessandro Aulicino, Anna Maria Spalloni e Brunella Petrini, con la regia di Ivan Vincenzo Cozzi.

 

Festeggia i suoi primi 17 anni il festival multidisciplinare Attraversamenti Multipli, a Largo Spartaco dal 16 al 30 settembre. Uno sguardo particolare per le nuove creatività, le location inconsuete, la valorizzazione dei linguaggi artistici contemporanei, la multidisciplinarietà, l’attenzione per lo spettatore per un’edizione che vede, quest’anno, lo “spazio” come tema centrale. “Spazio” inteso nel suo senso più ampio: non solo come coordinate spaziali, ma come luogo di vita e di relazioni per un festival che indaga la relazione tra le arti performative contemporanee e gli spazi pubblici attraverso spettacoli e performance site specific in luoghi urbani e non convenzionali. Si comincia sabato 16 alle 17.30 con lo spettacolo site specific (per un solo spettatore alla volta) dal titolo Demoni – frammenti _ FRAMMENTO #1 Marija a cura del Progetto Demoni; alle 19, spettacolo di circo contemporaneo di Andrea Fidelio dal titolo On Air; alle 21, showcase del nuovo album dei Pugni in tasca dal titolo O Ballano Tutti O Non Balla Nessuno (durante il live incursioni del Rapper/Dj Moebius Ohba, Vittorio Gervasial sax, Giulio Pecci alla chitarra e altre a sorpresa). Domenica 17 alle 20, Demoni – frammenti _FRAMMENTO #3 STAVROGIN, spettacolo site specific per 10 spettatori alla volta; alle 21, Noyau, performance site specific di Daria Greco; alle 21.30, performance del Balletto Civiledal titolo Marlene.

 

La promozione della lettura e della cultura,fino al 30 settembre, è al centro dell’Estate Romana 2017 in Biblioteca in cui libri, note, convegni, arte e proiezioni tra gli scaffali delle biblioteche animeranno la calda estate romana. Da venerdì 15 settembre fino al 31 ottobre, sarà possibile visitare, dalle 9.30 alle 20, nella Casa della Memoria e della Storia, la mostra diPasquale Liguori dal titolo Borgate, a cura di Daniele Zedda: un viaggio nelle borgate stimolato dal desiderio di esplorare una Roma autentica, non appariscente. Le fotografie esposte propongono una veduta contemporanea delle aree cittadine dove in epoca fascista vennero istituite le 12 storiche borgate. Sabato 16 dalle 10 alle 16.30, presso la Biblioteca Villino Corsini di Villa Doria Pamphilj, si terrà il convegnoSpazio vissuto e spazio creativo. La drammaterapia integrata per i legami di comunità: giornata dedicata allo studio, al confronto, alla ricerca che vede coinvolti i Docenti di ScuoLAReTÈ ed esponenti del mondo dell’arte, della psicologia, dell’educazione, della medicina, dell’architettura. Domenica 17 alle 11, sempre nella Biblioteca Villino Corsini di Villa Doria Pamphilj, per Cinema tra gli scaffali, nell’ambito della rassegna 50… ma non li dimostra, matinée dedicate ai film che nel 2017 compiono 50 anni, proiezione de A ciascuno il suo di Elio Petri(la proiezione sarà preceduta da una breve introduzione).

 

 

GLI ESPERIMENTI

 

La poesia e la “parola poetica urbana” come strumenti per mettere in primo piano la persona, senza distinzioni di sesso, nazionalità o religione: poesia e parole poetiche urbane della città, nella città stessa. È questo il filo conduttore del progetto Break Point Poetry / Città Poetica, a cura di Patrizia Chianese. Attraverso un contest partecipativo che, dal 1° luglio, ha riscosso un grande successo in Rete, sono state raccolte circa 200 poesie che, oltre ad apparire sul sito dell’associazione Roma Centro Mostre ed essere al centro di una pubblicazione prevista per il 2018, verranno lette dal vivo dagli stessi scrittori. Appuntamento sabato 16 settembre dalle 17 alle 19 presso il Giardino di Largo Alessandrina Ravizza.

 

Presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, il primo dei due incontri scientifici nell’ambito dellePublic Lectures – Advances in Mathematics and Theoretical Physics. Lo scopo delle conferenze è presentare, grazie agli interventi di ricercatori di fama internazionale, i più recenti progressi della ricerca in matematica e in fisica teorica e le loro interconnessioni. Appuntamento mercoledì 20 settembre alle 18.30, con il fisico Luciano Maiani per l’incontro dal titolo Particelle Elementari: la ricerca della semplicità: La ricerca dei costituenti ultimi della materia, le “Particelle Elementari”, ha affascinato l’uomo fin dai primi passi del pensiero scientifico. La scienza moderna, nel Novecento, ha compiuto progressi straordinari scoprendo un nuovo livello del mondo reale, oltre l’atomo e il nucleo atomico: i quark, entrati ormai nel linguaggio di ogni giorno e nell’immaginario collettivo. La scoperta del “bosone di Higgs” ha sancito il successo di una descrizione della realtà fisica basata su elementi di semplicità impensabili solo cinquant’anni fa. Lungo questo percorso, si scoprono affascinanti relazioni tra la fisica del Microcosmo e le strutture su grande scala che si sono formate, nell’Universo, a partire dal Big Bang iniziale. Ci sono ancora importanti misteri, tra questi, la possibile esistenza di nuove particelle che potrebbero essere la chiave della materia non luminosa che gravita intorno alle Galassie e rende conto di più del 90% della materia esistente nell’Universo. Per chiarire i misteri, sono allo studio nuove macchine con energie superiori di un ordine di grandezza all’energia della macchina del CERN.

 

Torna il Festival ArteScienza 2017 – Inventare il futuro, rassegna che, fino al 22 settembre, punta sull’invenzione come “farmaco intelligente”, valorizzando ambienti nei vari spazi della città, fra scenari inconsueti e innovazioni artistiche, e ospitando artisti e personalità della cultura musicale internazionale. Da venerdì 15 a domenica 17 settembre alle 21, al Teatro Vascello, va in scena, in prima assoluta, Corpus 2.0: una ricerca sul corpo come mezzo espressivo fra musica, danza e virtual set che vede confrontarsi la compagnia di danza Excursus con la musica di Michelangelo Lupone, le coreografie e la regia di Ricky Bonavita e la scenografia interattiva dell’artista Licia Galizia.

 

Sabato 16 settembre alle 19.30 a Villa Torlonia, l’ottavo appuntamento con le escursioni naturalistiche serali di Animal Star… Animali sotto le Stelle di Roma. Fino al 30 settembre, in compagnia di esperti ricercatori e mediatori, grazie a tecniche e strumentazioni scientifiche, grandi e piccoli potranno mettersi alla prova nel rilevare i suoni, le tracce e le immagini degli animali notturni che popolano le tante ville storiche romane. Un modo unico e appassionante per scoprire la Città Eterna sotto una veste del tutto nuova.

 

INFO PER IL PUBBLICO

 

Web www.estateromana.comune.roma.it

Tel 060608 (tutti i giorni ore 9-19)

Facebook  www.facebook.com/EstateRomanaRomaCapitale

Twitter twitter.com/estateromana

Instagram Instagram.com/estateromana

#estateromana2017