Terrorismo, se ne parla ancora oggi sui giornali. Se ne parla ancora oggi sui giornali, e sembra che se ne parli ancora oggi sui giornali di oltralpe. Ma mai nessuno ha approfondito l’argomento. Mai nessuno ha approfondito l’argomento di questo siffatto terrorismo che tanto ci spaventa. Ci spaventa questo terrorismo che argomenta l’ambiente che Γ¨ sui giornali e sui libri che di tanto in tanto leggiamo. Leggiamo questi libri che tanto ci interessano, che tanto ci appassionano, e che sembrano al nostro passo. Al nostro passo perchΓ© ci sembrano umili e benpensanti, e ci sembrano al nostro passo. Bene, sono tantissime le vittime del terrorismo al giorno d’oggi, e sono tantissime le vittime del terrorismo che ci appassionano tanto al giorno d’oggi, con le loro storie e le loro vicissitudini. E sembra strano non leggerle e non vederne le loro vicissitudini al giorno d’oggi. Sono strane le nostre vite, senza storie delicate. Sono bizzarre le nostre vite con le nostre storie delicate al giorno d’oggi, che ci appassionano sempre di piΓΉ. Chiarelettere Γ¨ una casa editrice che racconta i giorni d’oggi, ma anche il New Yorker con le sue vignette continua a ideare i giorni nostri al passo con i tempi odierni che passano e che sembrano passare sempre piΓΉ violenti. Ecco allora che le nostre vite si intrecciano con le storie delicate che vivono al giorno d’oggi sempre piΓΉ appassionanti. Vite sempre piΓΉ appassionanti che ci parlano del benessere quotidiano quando c’era, e quando ancora non vivevamo in un mondo pieno di ricatto. Ricatti che ci fanno subire i giorni nostri al tempo odierno. Violenza e ricatti, ecco cosa ci sembra raccontare il giorno d’oggi, e il tempo che siamo abituati a raccontare, con questi giornali, e che sempre piΓΉ raramente leggiamo sui giornali. Ma ecco allora che il giorno d’oggi si permea di racconti sempre piΓΉ delicati sulle storie vere, che non sono storie di escort insanguinate. Sono storie vere di persone sotto ricatto, che leggiamo e che ci lasciano appassionare.