MOSTRA
Ancora l’ultimo fine settimana, sabato 15 e domenica 16, per visitare la bella mostra degli scultori marchigiani alla Mole Vanvitelliana. Prima della chiusura definitiva, l’appuntamento da non mancare è il 14 settembre al Museo Omero per il finissage dell’esposizione FORME SENSIBILI. Alle 17:30 Aldo Grassini e Nunzio Giustozzi, con l’ospite d’eccezione Valeriano Trubbiani, e insieme agli artisti Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale e Valerio Valeri daranno il benvenuto al pubblico che potrà visitare la mostra e ammirare le opere alla presenza degli scultori che le hanno realizzate.

 La mostra “Forme sensibili” sta per chiudere il suo incontro con il pubblico. Pochi giorni ancora e calerà il sipario su questa bella iniziativa del Museo Omero accolta con favore dai visitatori e che ha offerto un contributo interessante alla conoscenza dell’arte oggi nelle Marche”.  Sono parole di soddisfazione quelle pronunciate dal Aldo Grassini, Presidente del Museo tattile di Ancona, che annuncia il finire della bella mostra che ha accompagnato l’estate culturale della Regione Marche. Ma poiché il museo, unico in Italia, ha un indirizzo ben preciso, sempre il Presidente comunica in una dichiarazione quale sia stata a tutti gli effetti l’importanza dell’iniziativa e cita come: “i cinque scultori presentati, pur indicando strade diverse all’espressione artistica, hanno manifestato un comune impegno in un lavoro serio e coerente per stile, abilità tecnica e chiarezza del messaggio. Testa e mano: ecco i veri protagonisti di questa mostra che parla attraverso gli oggetti, sobria e stupefacente insieme. Una mostra che esalta le possibilità espressive legate al tatto il quale, grazie all’utilizzo di materiali diversi e specifici per ciascun autore, offre anche alle mani che toccano queste opere, motivi di interesse ed occasione di nuove emozioni” e sul finire, il Presidente Grassini aggiunge che questa è “una mostra perfetta per la vocazione di un museo tattile!”.

Le opere di Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale e Valerio Valeri sono state ordinate e presentate con la curatela del prof. Nunzio Giustozzi, che è riuscito nell’intento di unire le singolari forme d’arte dei cinque scultori in totale armonia espositiva.  

Così, dalla voce stessa del curatore si apprende, ancora, come è stato possibile ordinare e realizzare la mostra collettiva “Forme sensibili”. “Costruire una mostra insieme ad artisti così carismatici, legati da una lunga amicizia che risale agli anni della formazione accademica con Valeriano Trubbiani e da una carriera costellata di raffinate occasioni espositive, è stata un’esperienza coinvolgente dal punto di vista umano e sotto il profilo estetico”. Dice Nunzio Giustozzi, che aggiunge come il lavoro curatoriale più importante e interessante da proporre al pubblico sia stata “la sfida critica a far dialogare le loro originali poetiche nei suggestivi spazi del Museo Omero attraverso un’attenta selezione di opere più recenti poste in studiati e inediti contrappunti di spazi, volumi, materie, linee, superfici da offrire alla percezione sensoriale dei tanti visitatori che hanno dimostrato di saper apprezzare gli orientamenti della scultura contemporanea”.

La mostra, particolarmente apprezzata dai visitatori è visitabile fino al 16 di settembre. Si sottolinea ancora come il Museo Omero, anche attraverso le mostre temporanee, sia l’unico spazio espositivo permanente che in Italia ha abbattuto completamente le barriere della fruibilità, rendendo “visibile” a tutti l’arte e la storia dell’arte.

SCHEDA TECNICA
La mostra FORME SENSIBILI è a ingresso libero

ORARI
Dal mercoledì al sabato 16-19
Domenica 10-13 e 16-19

Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura

VISITE GUIDATE
Sabato e domenica ore 18
Costo 4 € a persona
Gratuito: disabili e loro accompagnatori,  bambini 0-4 anni
Prenotazione consigliata