Roma 17 settembre 2018. Nuova settimana di incontri e appuntamenti alMAXXI a partire da mercoledรฌ 19 settembre alle ore 18 (Sala Graziella Lonardi Buontempo โ€“ ingresso libero fino a esaurimento posti) con la presentazione di โ€œZEUSI – linguaggi contemporanei di sempreโ€, rivista semestrale dโ€™arte e cultura contemporanea diretta da Marco Di Capua, prodotta dallโ€™Accademia di Belle Arti di Napoli, redatta dal suo Istituto di Storia dellโ€™Arte e edita da Arteโ€™m. Allโ€™incontro, dopo i saluti del Presidente dellโ€™Accademia di Belle Arti di Napoli Giulio Baffi e lโ€™introduzione di Margherita Guccione, direttore MAXXI Architettura, intervengono lโ€™architetto Paolo Portoghesi, lโ€™artista Gregorio Botta, la scrittrice Caterina Bonvicini e gli storici dellโ€™arte Laura Cherubini storico e Marco Di Capua. Modera Guglielmo Gigliotti, storico dellโ€™arte.

 

Venerdรฌ 21 settembre alle 20 (Auditorium del MAXXI โ€“ ingresso 5 โ‚ฌ) viene presentato per la prima volta a Roma, in collaborazione con Nuovi Paesaggi Urbani, il film documentario Magnifiche sorti, che segna lโ€™esordio alla regia di Nicolรฒ Bassetti, dalla cui idea originale nel 2013 รจ nato il documentario Sacro Gra, diretto da Gianfranco Rosi e vincitore del Leone dโ€™Oro alla 70a Mostra Internazionale dโ€™Arte Cinematografica di Venezia. Per realizzareMagnifiche sorti il regista ha esplorato il territorio intorno al sito del grande evento internazionale EXPO2015 a Milano, al fine di โ€œraccontare, riconoscere le storie quotidiane di chi vive e anima le nuove cittร  invisibili, le comunitร  urbane contemporanee, luoghi con poca storia e molto futuroโ€.

Il film, la cui proiezione viene introdotta dallo stesso regista insieme al Direttore MAXXI Architettura Margherita Guccione, racconta di donne e uomini che cโ€™erano prima e ci sono dopo la parentesi di sei mesi di frenesia scaturiti dal grande evento. Persone distanti e distaccate dal frastuono del mastodontico cantiere e dalle luci della ribalta e che assistono a un turbinoso e repentino cambiamento vivendone soprattutto la risacca.

 

Infine, sabato 22 settembre alle 19 (Auditorium del MAXXI โ€“ ingresso libero fino a esaurimento posti), si tiene lโ€™ultimo appuntamento con Scrittori al MAXXI โ€“ Come raccontare lโ€™Africa. Protagonista A. Igoni Barrett, uno dei piรน talentuosi e innovativi fra i giovani scrittori nigeriani,destinato a ribaltare molti dei luoghi comuni piรน diffusi sul continente africano. Nei racconti diย Lโ€™amore รจ potere, o almeno gli somiglia moltoย (66thand2nd, 2018), lo scrittore nigeriano mette in scena lโ€™amore nelle sue declinazioni piรน sorprendenti, sullo sfondo di unโ€™immaginaria metropoli in cui si mescolano i profili di Lagos, Port Harcourt e Ibadan, luoghi di cui Barrett รจ stato definito il cantore, come Joyce di Dublino e Cechov di Pietroburgo.

A dialogare con lui, lo scrittore romanoย Edoardo Albinati, Premio Strega 2016 conย La scuola cattolica. Modera lโ€™incontro Maria Ida Gaeta, direttrice della Casa delle Letterature di Roma e curatrice della rassegna con Isabella Ferretti,direttore editoriale di 66thand2nd.

 

 

 

MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo

www.maxxi.art – info: 06.320.19.54;info@fondazionemaxxi.it

orario di apertura: 11.00 โ€“ 19.00 (mart, merc, ven, sab, dom) |11.00 โ€“ 22.00 (giovedรฌ) | chiuso il lunedรฌ