La 65a edizione del Festival di Sanremo si è conclusa ed è arrivato il momento di tirare le somme per una delle sue più importanti casse di risonanza. Parliamo di @DivanoRolling, il social format creato dalla redazione di Rolling Stone Italia per commentare in piena libertà, anarchia e vetriolo la televisione. Il Divano aveva già collezionato una serie di trofei in occasione di X-Factor, ma con la kermesse sanremese è letteralmente decollato. Il meccanismo è molto semplice: c’è un televisore, c’è un divano alquanto eterogeneo che ospita personaggi della musica e della cultura italiana, blogger, twitstar ecc. E questo divano, attraverso Twitter, si sintonizza con altri divani: quelli di altri influencer, quelli di altre celebrities, e più in generale con tutti i divani in Italia. Creando così un enorme gruppo d’ascolto che colma il cosiddetto gap “fra palco e realtà”.

Pubblicità

E, al di là dei protocolli, dei regolamenti ufficiali e dei televoti, nel corso delle cinque serate di Sanremo 2015, @DivanoRolling ha dimostrato di essere la voce più autentica e più ”forte” del Festival. Quasi fosse un appuntamento fisso, intorno alle 22, #DivanoRolling è infatti costantemente entrato fra le tendenze italiane, spesso superando anche l’hashtag ufficiale del Festival in un crescendo a ritmo esponenziale. Questi i numeri: 22.139 Tweet nel corso delle 5 serate, un incremento dei follower del 150% e 76.207.056 di impression.Ecco