L’ uragano Florence perde forza diventando così una depressione tropicale.  Il 16 settembre il National Hurricane Center del NOAA ha registrato venti fino a 57 km/h.

Le inondazioni rimangono il problema principale soprattutto nell’entroterra delle zone interessate.

Dopo aver fortemente investito il Nord Carolina, Florence si trova ora sulla zona centrale del Sud Carolina e potrebbe a breve spostarsi verso ovest.

In molte delle aree colpite si registrano pesanti inondazioni e assenza di corrente elettrica.

Secondo le informazioni della Federal Emergency Management Agency (FEMA) https://www.fema.gov sono previste inondazioni lungo la costa ed esondazioni in alcune aree del Distretto di Columbia.

In ragione del diametro molto esteso dell’uragano i suoi effetti potrebbero interessare anche Virginia, West Virginia, Georgia, Maryland e Distretto di Columbia.

Permane lo stato di emergenza è stato dichiarato in Nord e Sud Carolina, Virginia, West Virginia, Maryland e Distretto di Columbia.

Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle istruzioni che verranno impartite dalle Autorità locali, inclusi eventuali ordini di evacuazione dalle zone più direttamente colpite dal fenomeno atmosferico.

Si consiglia di consultare il sito https://www.nhc.noaa.gov per successivi aggiornamenti.

Si forniscono di seguito i link attraverso i quali, in caso di necessità, possono essere individuati i rifugi (shelter) messi a disposizioni dalle Autorità locali.

List of shelters:

South Carolina https://www.scemd.org/stay-informed/emergency-shelters/

North Carolina https://www.ncdps.gov/florence#shelters

District of Columbia 24hrs shelters https://dhs.dc.gov/node/127912

District of Columbia 12hrs shelters https://dhs.dc.gov/node/127892