La rivoluzione della sedie: ecco lo spettacolo di Matteo Nicoletta eMassimiliano Aceti, in scenaΒ con Maurizio Bousso, per la regia di Barbara Alesse

 

Vincitore di “Teatri in Corto” 2016 – Fiorenzuola D’Arda (PI)

Vincitore di “Autori Nel Cassetto, Attori Sul ComΓ²” 2016

Vincitore Premio della Critica e Miglior Attore presso il “Teatro Lo Spazio”, Roma

Vincitore Premio del Pubblico per la rassegna “Short Lab”, diretta da Massimiliano Bruno

 

In Via Giulia va in scena la lotta di potere tra un normodotato e un paraplegico arrogante.

Uno spettacolo che svela l’ipocrisia del senso di colpa dei normodotati nei confronti dei disabili, o verso chi vediamo diverso da noi.

R.S.V.P.

Ad accogliervi inΒ Via Giulia, ci sarΓ  l’Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

SINOSSI:Β All’interno di un ufficio, nelle sale retrostanti il supermercato, ilΒ Capo del PersonaleΒ LucaΒ (Massimiliano Aceti),Β svolge il suo lavoro in modo inflessibile e autoritario. Nella stanza entraΒ MatteoΒ (Matteo Nicoletta), un cassiere dal fare bizzarro e con richieste altrettanto improbabili. Eppure l’integerrimo capoΒ Luca,Β stranamente, non lo caccia via.Β PerchΓ©?Β SarΓ  forse perché MatteoΒ Γ¨ fermo nella suaΒ sedia a rotelle?Β MatteoΒ Γ¨ unΒ disabile arrogante e provocatorio, che causa inΒ LucaΒ una reazione forzata e da questo loro primo incontro neΒ accadranno di ogni, fino a cheΒ LucaΒ sarΓ  sollevato dalla sua carica diΒ Capo del PersonaleΒ per retrocedere a sempliceΒ cassiere. Questo darΓ  inizio ad una vera e propriaΒ lotta di potereΒ tra i due all’interno del supermercato e ad osservarli fra gli scaffali, come unΒ arbitroΒ delle loro battaglie, c’Γ¨ unΒ giovane magazziniere di colore (Maurizio Bousso), che verrΓ  usato dai protagonisti come un vero e proprioΒ ago della bilancia.Β “La Rivoluzione delle Sedie”Β attraverso un turbine diΒ ritmoΒ edivertimento,Β svela l’ipocrisia del senso di colpa dei normodotati nei confronti dei disabili e verso chi vediamo diverso da noi.