SEGRETI DI POLLICINO, liberamente ispirato a Le Petit Poucet di Charles Perrault e Diario segreto di Pollicino di Philippe Lei-chermeier e Rebecca Dautremer, con Lavinia Anselmi e Stefania Umana del Teatro delle Marionette degli Accettellaย ย  che replicherร  al Teatro Vascello il 12 e 13 gennaio 2019, sabato h 17 โ€“ domenica h 15. In allegato comunicato e foto

Cordialmente

Cristina Dโ€™Aquanno

Ufficio Stampa, promozione e comunicazione Teatro Vascello

Whatsapp 340 5319449promozione@teatrovascello.it

promozioneteatrovascello@gmail.com

06 5881021 โ€“ 06 5898031

Teatro Vascello Via Giacinto Carini 78

Cap 00152 Monteverde Roma

www.teatrovascello.it

12-13 gennaio 2019 sabato h 17 โ€“ domenica h 15 (Teatro ragazzi)ย ย 
matinรฉe venerdรฌ 11 gennaio h 10.30
Teatro delle Marionette degli Accettella
I SEGRETI DI POLLICINOย 
liberamente ispirato a Le Petit Poucet di Charles Perrault e Diario segreto di Pollicino di Philippe Lei-chermeier e Rebecca Dautremer
di Silvia Grande e Stefania Umana
con Lavinia Anselmi e Stefania Umana
scenografia e proiezioni dal vivo Andrea Croci musiche originali Dino Semeraro e Giuseppe Soloperto
figure e costumi Matteo Rigola
tecnica Teatro d’attore, proiezioni, ombre e figure
fascia d’etร  consigliata per tutti – pubblico delle famiglie

Dora e Palmira sono due sorelle, una piena di qualitร , ma tanto insicura, l’altra piena di qualitร  e molto sicura di sรฉ.
Le due sorelle stanno giocando nella loro stanza e, come al solito, Palmira costringe Dora a sottoporsi a una serie di sfide e gare. Dora si vorrebbe sottrarre, ma non ne ha il coraggio, non riesce a tirare fuori il carattere e ribellarsi alla sorella. Proprio facendo leva su queste insicurezze, Palmira la provoca per ottenere ciรฒ che vuole, o semplicemente per metterla alla prova.
Il loro รจ, in qualche modo, un rapporto fra oppressore e oppresso, in una dinamica che i bambini conoscono molto bene.
Ma quel giorno, nella loro stanza, succederร  qualcosa che ha dell’incredibile. In quel luogo condiviso, di giochi e di studio, di complicitร , ma piรน spesso di competizione, ingrigito dalla rivalitร , un’antica fiaba, Pollicino, prenderร  vita e salverร  le due sorelle, rivelando loro il suo segreto piรน profondo: C’รจ solo una cosa che ti puรฒ salvare, scoprire chi sei !
Dora e Palmira saranno inizialmente incredule spettatrici, travolte, loro malgrado, dalla storia. Man mano, perรฒ, saranno loro stesse a ricostruire l’incredibile viaggio del settimo figlio di due boscaioli, cosรฌ piccolo che “quando era venuto al mondo non sembrava piรน grande del dito pollice, perciรฒ lo chiamarono Pollicino. Il povero piccolo era diventato il capro espiatorio della famiglia, e gli davano sempre torto”.
Insieme a Pollicino e ai suoi fratelli, Dora e Palmira attraverseranno il bosco, sconfiggeranno i lupi, l’orco e le loro paure, tornando a casa vincitrici.

I SIGNIFICATI
L’intento รจ quello di utilizzare come punto di partenza del progetto una fiaba classica, Pollicino, che ha radici antichissime risalenti alla tradizione orale e popolare, facendo riferimento alla riscrittura di fine Seicento di Charles Perrault. Le fiabe resistono all’usura del tempo poichรฉ parlano del destino dell’uomo, in esse infatti, si esprimono in modo semplificato alcuni dilemmi esistenziali dell’essere umano comprensibili a livello inconscio anche dai bambini, da qui il loro fascino immortale.
Pollicino รจ la storia di chiunque si sia sentito almeno una volta debole e confuso e sia poi riuscito a mettere ordine, prendendo in mano il proprio destino, o abbia sperato o immaginato di farlo, o chi ancora stia lottando per crescere. Essendo una storia di formazione, ha potuto parlare a Dora e alla stessa Palmira e parla ad ognuno di noi. รˆ chiaro che per noi Dora รจ un Pollicino moderno, ponte fra palco e platea che, ripercorrendo l’avventura del protagonista, rende espliciti alcuni significati intrinseci alla fiaba classica. Palmira รจ un riferimento meno diretto, ma a pensarci bene, anche lei, con il suo atteggiamento aggressivo, da bulla, ci fa pensare a qualcuno che sta perdendo la strada e tempo ed energie, dunque anche lei ha qualcosa da imparare dal viaggio del nostro eroe.
In Pollicino l’attraversamento del bosco รจ lo scioglimento di un nodo di emozioni: รจ al buio con i suoi fratelli, sono spaventati, si sentono soli e abbandonati, preda di un turbine di emozioni contrastanti che non riescono a riconoscere e comprendere, si sentono persi. Ma poi, traendo forza dalla difficoltร , Pollicino riesce a far chiarezza e dipana la matassa: sceglie una strada, quella del coraggio che lo porta verso la luce lontana. Trascina con sรฉ i sei fratelli e da questo momento, la storia cambia: affrontando l’ignoto e il terribile, Pollicino scopre forme e potenzialitร  della sua intelligenza mentale ed emotiva e, da bambino fragile, si trasforma in una specie di Supereroe, che affronta con coraggio il proprio destino e ne diventa padrone. Sconfigge il male e le sue paure (l’orco cattivo) in nome dell’amore per i propri fratelli e per tutta la famiglia. Attraverso l’esperienza della perdita e dell’abbandono, si apre la possibilitร  della salvezza, che forse รจ semplicemente crescere e trovare se stessi. C’รจ un’unica cosa che ti puรฒ salvare, scoprire chi sei.

CARATTERISTICHE DELLO SPETTACOLO
Per raccontare questa storia si utilizza una tecnica mista: il lavoro d’attore รจ integrato dal linguaggio simbolico ed evocativo delle videoproiezioni, delle ombre, della lavagna luminosa e dei burattini. Indagare le possibilitร  della mescolanza dei linguaggi serve a raccontare in maniera efficace la storia di Dora e Palmira e quella di Pollicino che si muovono fra due poli: il mondo realistico, che incontriamo all’inizio e il mondo fantastico, cui si giunge attraversando il bosco, fino ad arrivare alla casa dell’orco, per poi procedere a ritroso e tornare a casa, arricchiti dalle esperienze che ogni percorso di crescita porta con sรฉ.

Per ogni spettacolo si organizzano feste di compleanno presso il teatro abbinate agli spettacoli per i bambini, info ai numeri del teatro vascello

Per contattarci >>> Cristina D’Aquanno ufficio promozione 3405319449 (cellulare) Teatro Vascello 06 5881021 โ€“ 06 5898031 – fax 06 5816623

 

Abbonamenti:
abbonamento Freeย Classic โ‚ฌ 90,00: 10 spettacoli a scelta programmazione prosa, musica e danzaย 
abbonamento Love โ‚ฌ 80,00: 4 spettacoli in coppia, a scelta programmazione prosa, musica e danza
abbonamento Family โ‚ฌ 40,00: programmazione Vascello dei Piccoli 5 ingressi cumulabili per adulti e bambini
ย 

Card regalo da โ‚ฌ 48 programmazione prosa, musica, danza, sala studio e vascello dei piccoli

Come raggiungerci con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro. Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma, Via R. Giovagnoli, 20,00152 Romaย 

Con mezzi pubblici : autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si puรฒ prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano : da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascelloย 

SOSTIENI LA CULTURA VIENI AL TEATRO VASCELLO

#Prosa #Danza #Musica #TeatroDanza #Performance #Readingletterari #Clownerie #Circo #Concerti #SpettacoliperBambini #FestivaL #Eventi #Laboratori

In qualsiasi momento potrete accedere ai vostri dati e chiederne la correzione, l’integrazione, la cancellazione o il blocco Ai sensi dell’articolo 13 del D.Lgs. n. 196/2003, rispondendo a questa e.mail e scrivendo all’interno del messaggio ‘cancella’