La Tedeschi Trucks Band, irrefrenabile forza della natura di 12 elementi (vincitrice di GRAMMYยฎ) diretta dai coniugi Derek Trucks e Susan Tedeschi, ha annunciato lโ€™uscita del nuovo album โ€˜Signsโ€™, prevista per il 15 febbraio su etichetta Fantasy Records. Negli undici brani (tutti originali) lโ€™album soddisfa in pieno gli appetiti onnivori del gruppo, che durante la realizzazione ha fronteggiato con fede e fermezza un duro periodo costellato di lutti. La grande classe dellโ€™ensemble รจ in bella mostra in una collezione di gemme, in cui il superamento delle barriere fra generi musicali รจ la regola, in un ampio spettro che va dallโ€™inno soul alla ballad dolceamara e al piรน travolgente rock and roll.
In occasione dellโ€™annuncio, la Tedeschi Trucks Band ha realizzato il nuovo brano โ€œHard Case,โ€ che mette in vetrina tanto lโ€™impareggiabile chitarra di Derek quanto lโ€™incredibile voce soul di Susan. Ascolta โ€œHard Caseโ€ cliccando QUI.
โ€˜Signsโ€™ รจ il frutto di un vero sforzo collettivo della band, dove tutti gli straordinari dodici elementi rivestono un ruolo di primo piano. Come nel caso dei precedenti, lโ€™album รจ stato registrato nello studio Swamp Raga (posizionato dietro la casa di Susan e Derek), con contributi dei confratelli Warren Haynes, Oliver Wood, Doyle Bramhall II e Marc Quiรฑones. Trucks ha condiviso il ruolo

di produttore con Jim Scott (giร  con Tom Petty e i The Rolling Stones), e di tecnico del suono tanto con Scott che con Bobby Tis. Lโ€™album รจ stato inciso live in studio per la prima volta su nastro analogico da due pollici utilizzando la console Neve originale giร  in dotazione nello studio combinata con un registratore a nastro Studer degli anni โ€˜70.
Un senso di frustrazione e di perdita adombra certi punti di โ€˜Signs.โ€™ Una serie di tragedie ha colpito la compagnia durante la composizione e lโ€™incisione dei brani: la scomparsa di membri della famiglia e di amici, come lo zio di Derek (e membro della Allman Brothers Band) Butch Trucks, del fondatore della storica band Gregg Allman, e dei mentori Leon Russell e Col. Bruce Hampton. Polarizzazione politica, intolleranza, la continua minaccia allโ€™ambiente (sempre piรน sotto assedio) sono temi apertamente e sinceramente trattati nei testi.
โ€œQuesto รจ il primo nostro disco dove, quando lo ascolto, mi sento in un posto specificoโ€ โ€“ spiega Derek. โ€Mi sento collocato in una posizione particolare, e toccato come in un nervo scoperto.โ€
Allo stesso tempo, โ€œSignsโ€ accenna anche a quellโ€™ottimismo e a quel senso di speranza che รจ ormai una cifra del messaggio della TTB, tanto in studio che dal vivo. โ€œSiamo molto fortunate a fare ciรฒ che facciamo, e ci prendiamo la responsabilitร  di creare qualcosa di positivo per contrastare tanta negativitร โ€ asserisce Susan. โ€œTutti abbiamo a volte a che fare con circostanza tragiche. Come musicista, penso sia affar mio uscire allo scoperto, sparar fuori quanto di meglio so fare, e offrire ispirazione.โ€
La band inizierร  un lungo tour dedicato alla pubblicazione di โ€œSignsโ€, a partire da un concerto alla Brooklyn Academy of Music il 20 febbraio, proseguendo poi in tutti gli Stati Uniti e in Europa (due le date italiane in aprile: il 17 al Teatro degli Arcimboldi di Milano e il giorno dopo al Teatro Politeama di Trieste) e a finire questโ€™estate, di ritorno negli States.
โ€˜SIGNSโ€™: LA TRACK LIST:
1. Signs (High Times)
2. Iโ€™m Gonna Be There
3. When Will I Begin
4. Walk Through This Life
5. Strengthen What Remains
6. Still Your Mind
7. Hard Case
8. Shame
9. All The World
10. They Donโ€™t Shine
11. The Ending