Due distaccamenti dei Vigili del fuoco di Bari e l’aula formazione della sede centrale del comando di via Tupputi sono stati intitolati, ieri, a tre vigili che persero la vita in servizio il 25 giugno del 1991. Ignazio Minervini e Vito Pizzimenti erano in forza al comando di Bari mentre Donato Musto, il più giovane, svolgeva presso il capoluogo pugliese il proprio servizio di leva come vigile ausiliario.

In quel tragico giorno del 1991 i vigili erano impegnati nelle operazioni di spegnimento di un incendio doloso di vaste proporzioni che si sviluppò in una capannone del salottificio Flep di Bitonto quando, un crollo della struttura, li travolse all’improvviso, uccidendoli. Per questo furono insigniti della medaglia d’Argento al valor civile alla memoria. Nella stessa circostanza, rimase gravemente mutilato anche il capo squadra Matteo Florio, insignito di medaglia di bronzo al valore civile.

Presenti alla cerimonia di intitolazione il sottosegretario Gianpiero Bocci e le massime cariche istituzionali del capoluogo.