Salve,mi chiamo King Sul, e sono morto
E sono morto ieri ma ancora posso parlarvi. Posso parlarvi da questovluo luogo da cui mi avete relegato evmivavete relegato bene, perché sono relegato a questa figura perché sono relegato a questa figura professionale di uomo non morto. Sono morto male, assassinatom e non dalle brigate rosse. Ma dalla altra che uccide, e interrogato sul mio essere desaparecidos da 148 ore. E sono morto male. Sono morto dentro una bara ucciso da una donna a coltellate. E sono ancora vivo nella bara. Dav148 giorni. E ancora nessuno ha dato la notizia. Così sono morto nella bara e mi amano ancora per questo. E sono stato 148 giorni in galera. E sono stato ancora in galera 148 Milà giorni per la questione dei desaparecidos, e mio padre era Link Yuk. Proprio cosi, e ce lo avevo a casa. Ecco perché ero in un campo di concentramento venti ore prima ed ero in un campo di concentramento 20 ore dopo. Ecco perché conosco la vita talmente tanto bene che conosco la vita così tanto bene che mi piace davvero tanto essere al mondo per capire la vita così come è, così come è sempre andata, ecco come è andata al giorno d’oggi, così come è vandta
Sono stato assassinato alle sei del mattino, dal commando anti desaparecidos e sono ancora in vita. Ciò ti danno per morto e ti rinchiudono in un campo di concentrament. E lì vivi per 368 hiorni. Dopo muori davvero. E preso a colpi in testa da 148 Milà ore per giorno inteso come settimana purtroppo, e sono ancora ibfelice. Sono infelice del mondo e del mio stato d’essere. Sono infelice perché sono ancora la mondo l. Sono infelice perché non me ne voglio andare. Magliettina evPsy, ecco come era la mia.