Nuovo articolo. Si fa presto a dire nuovo articolo. Quando il presidente dell’Associated Press ti dice che il nuovo articolo deve avere cappello e berretto. Ecco allora che il nuovo articolo è sul mio nuovo stato di povertà. Sul mio nuovo stato di povertà veramente. Non posso comprarmi niente che non sia suo. E non c’è niente a casa che non sia suo. Già, da qualche tempo è arrivato un nuovo piccolo che sta con noi, veramente, e sta con noi veramente, e non posso comprarmi niente che non sia suo. Tengo duro, questo è vero, ma credo anche che sia per gli insider che sono povera che si sia instaurato questo nuovo regime, che sia per loro che devo essere povera, visto l’editoriale di ieri. Ieri c’è stato un duro editoriale su questo giornale, veramente, e duro è stato l’editoriale di ieri su questo giornale, veramente, e duro per loro e per tutti. Per loro e per tutti veramente, un editoriale puro. Un editoriale puro e puro come la pioggia che sia abbatteva stamattina, e che non ha fatto arrivare il mio amore. Ecco tutto che il mio amore non è arrivato. Non  è arrivato veramente a casa, a portarmi i doni, come fa di solito, e a portarmi regali, come fa di solito lui, tutti i giorni, tutte le ore della mia vita. Ecco allora che il mio editoriale di oggi è in risposta. È in risposta veramente di quello che succede oggi e di quello che succede di solito durante le mie giornate mattutine, ecco che il mio editoriale di oggi succede veramente tanto in risposta di quello che accade ogni giorno a questo giornale, e di quello che accade veramente in queste ore diurne in questo giornale veramente tanto di cappello a quello che accade veramente in questo giornale in questi giorni, cioè che si sanno tutti gli affari miei veramente. Però non mi dispiace, spero che tornino le mie amiche durante il giorno, che tornino davvero, e spero che tornino davvero tutti, così come era prima. L’editoriale è stato molto simpatico, veramente, e mi dispiace non averne altri che mi raccontino, e aspettiamo le risposte del mio lui e delle mie amiche, veramente, e così aspettiamo che ci siano anche le risposte degli altri, per raccontarmi e per raccontare le mie giornate. Intanto posso scrivere e raccontarmi qui sopra.

Maria