SOLO RUMORE – Autismo e musica
Un progetto di Salvatore Lazzaro e Giuliano Ciabatta

2 aprile 2018 – Giornata Mondiale per l’ Autismo;
per tale occasione, Salvatore Lazzaro
realizza un progetto dove documenta due aspetti importanti della sua vita:
il lavoro nel mondo dell’ autismo e la musica.

Salvatore racconta l’autismo attraverso una video-intervista e una canzone dedicata a Luca,
un ragazzo affetto dalla sindrome delle spettro autistico non verbale.
Salvatore Lazzaro Γ¨ un cantautore e un educatore scolastico di ragazzi diversamente abili,
vive a Perugia, compone, suona, dipinge e condivide le sue passioni con tutti i ragazzi che segue per lavoro.

La musica e l’arte lo accompagnano nel suo cammino di educatore
e sono uno strumento di forte empatia e dialogo.

La canzone:
β€œSOLO RUMORE” Testo e musica di Salvatore Lazzaro
(Edizioni Musicali Audio Enjoy)

Il videoclip:
AUTISMO e MUSICA
Produzione AudioEnjoy
Regia e montaggio: Giuliano Ciabatta
Riprese effettuate da Giuliano Ciabatta e Corrado Magalotti
Si ringrazia per la collaborazione MEI – Meeting Etichette indipendenti, Giordano Sangiorgi.

Guarda il videoclip:

Il testo della canzone:
“Solo rumore” Testo e musica di Salvatore Lazzaro
(Edizioni Musicali Audio Enjoy)

Ciao, mi chiamo Luca e vengo da qui
Un posto che fa rima con me
Dove chiudo gli occhi e riesco a non pensare quasi a niente

Vedi, il mondo Γ¨ un posto strano per me
Con tante voci che gridano
E tanti suoni che rimbalzano e fanno male

Qui da solo, senza ali riesco a prendere il volo
Resto così per ore ed ore
Nel mio mondo il suono Γ¨ solo rumore

E’ stato tanto tempo fa ma riuscivo a parlare
Ero un bambino come tutti potevo cantare
E poi ad un tratto Γ¨ successo me ne sono accorto
La mamma mi stringeva al petto altro non ricordo

Ed Γ¨ qualcosa che ha a che fare con la mia felicitΓ 
Non ho capito fino in fondo ma sentivo che piangeva
PerchΓ© una mamma non puΓ² dire a un figlio
Quanto soffrirΓ  nel vedere il mondo correre
Mentre lui rimane lΓ 

E resto qui, da solo
Senza ali riesco a prendere il volo
Resto così per ore ed ore
Nel mio mondo il suono Γ¨ solo rumore

Se potessi parlare, Muover le labbra, Urlerei
Sceglierei di cantare, di raccontare i giorni miei
Se l’autismo rimbomba e confonde il colore
Per me ogni voce Γ¨ soltanto rumore

Resto così per ore ed ore
Nel mio mondo il suono Γ¨ solo rumore
E resto qui, da solo
Senza ali riesco a prendere il volo
Resto così per ore ed ore
PerchΓ© il mondo qui fa solo rumore

È stato tanto tempo fa ma riuscivo a parlare
Ero un bambino come tutti potevo cantare
E poi ad un tratto la voce Γ¨ diventata corta
Ma mamma io ti voglio bene, altro non importa