Sleepwalker’s, cosa fate di bello nella vita?
Ciao ci chiamiamo Sleepwalker’s Station e nel nostro nome si spiega ciò che facciamo: i sonnambuli e giriamo per stazioni!!!!
A parte gli scherzi siamo musicisti, ma per poter vivere ovviamente molti di noi sono anche costretti a lavorare anche in altri settori. Ci piacerebbe poter essere musicisti a tempo pieno oltre che insegnanti di musica.
Di cosa vi occupate?
Il nostro principale interesse è per l’appunto la musica, anche se al giorno d’oggi per poter lavorare in questo settore devi saperti occupare un pò di tutto, dal video-making al marketing, dallo studio di registrazione “volante” al mixaggio complesso…. siamo indipendenti, ciò significa che per poter finanziare un progetto spesso dobbiamo reperire gli “sponsor” e se non ci riusciamo dobbiamo autoprodurci, per questo abbiamo dovuto maturare esperienza in tutti questi settori.
Cosa vi piace fare?
Siamo musicisti “on the road”, abbiamo maturato ad oggi circa 800 concerti dal vivo e continuiamo a macinarne, giorno dopo giorno, mese dopo mese, viaggiando il mondo per portare ovunque la nostra musica. Questo ci piace fare e questo faremo…
Cosa amate?
La cosa che amiamo di più è l’energia ed il contatto che si crea suonando. Questa particolare sensazione è la “magia” dell’essere musicisti, soprattutto quando il feeling che si crea si espande con il pubblico. Il quel momento stai guadagnando la miglior moneta che può ripagare tutti i tuoi sforzi, fatica, chilometri e tempo spesi per suonare la tua musica.
Cosa odiate?
L’indifferenza, la mancanza di speranza.
Come disse il poeta Federico Garcia Lorca, a cui abbiamo dedicato il nome del nostro ultimo album e nostra fonte di ispirazione:
“La più terribile delle sensazioni è la sensazione di aver perso la speranza.”
Cosa vi piace?
il senso di perfezione di equilibrio e pace che regala l’arte, che pensiamo sia una delle principali virtù del genere umano, purtroppo troppo spesso sottovalutata.
Come si chiamano i vostri dischi?
1.Autumn leaves, autumn colours 
2.About the tides
3.Not from here 
4.Windmills 
5.Reptile skin 
6.Lorca
Come si chiama il vostro ultimo disco?
Il nostro  ultimo disco si intitola Lorca. Abbiamo dedicato a questo poeta l’ultimo nostro lavoro. Il poeta andaluso ha migliorato tantissimo la sua vocazione da scrittore poeta, drammaturgo e le sue capacità anche di scrittore di opere teatrali in occasione di un suo viaggio negli USA e Cuba attorno al 1930. Le sue opere migliori sono nate in quella occasione.
Abbiamo sentito l’impulso di intitolare l’album al poeta per vari motivi, il principale è che avvertiamo che sia partito un grande cambiamento, una ulteriore evoluzione della nostra musica e del modo di suonare e comporre i brani. L’album appena pubblicato comprende 14 canzoni, in 5 lingue e 4 dialetti.
Cosa vi piace fare durante il giorno?
siamo molto impegnati, molto più di quanto ordinariamente si pensa che la vita “da musicista” possa prevedere impegni.
Molto del tempo lo trascorriamo viaggiando per trasferirci da un concerto all’altro, girando l’Europa ed il mondo. Ma la cosa che – ovviamente – ci piace di più fare è suonare.
Cosa vi piace della montagna?
Il silenzio, la pace oltre ovviamente alla vista e l’aria pura.
Cosa amate del mare ?
Il mare regala tantissimo, il mare è energia, si muove continuamente e si muove come un respiro. Abbiamo dedicato una canzone al mare “Indian Ocean”. Se la cercate su youtube abbiamo anche creato un video abbinando immagini ad una versione live del brano. Pensiamo che in quel contenuto possiate comprendere il nostro amore per il mare.
Cos vi piace della gente?
il calore e l’accoglienza che ci capita di ricevere, spesso, quando facciamo concerti a casa delle persone. Questo particolare modo di suonare è il nostro preferito per via della estrema vicinanza e contatto che si crea.
Cosa vi piace della musica?
Rispondendo da musicisti, la musica è la più bella forma d’arte del pianeta. La musica può fare tante cose, interagisce direttamente con il cuore e con la mente delle persone, può anche influenzare gli stati d’animo e conseguentemente l’ambiente circostante. La musica può cambiare le cose.
Che genere di musica preferite?
Ci piace la musica “bella” quella che rapisce la mente. Non amiamo molto definire o etichettare i “generi” di musica, ci lasciamo trasportare dalle emozioni e dal momento. Ascoltiamo di tutto inutile elencare i generi, siamo una band omogenea ed eterogenea nei gusti allo stesso tempo, proprio per questo credo interessanti nell’ascolto.
Possiamo certamente dire che la nostra musica è ispirata a Fabrizio De’ Andrè, Nick Drake, Bob Dylan, Neil Young ed alle grandi opere di Ennio Morricone.
Cosa vi piace fare durante la sera ?
siamo spesso impegnati in concerti, ed è quello che ci piace fare.
Che apertivi preferite?
di solito agli “aperitivi” suoniamo, e sono quelli che preferiamo
Cosa vi chiedono i fan?
Noi abbiamo un rapporto particolare con i fan. Cerchiamo sempre di avere un rapporto molto stretto, in alcuni casi è diventato amicizia… riferendoci ovviamente a quelli che ci seguono dagli albori. E’ divertente il fatto che spesso ci chiedono informazioni circa l’uscita del nuovo album, solo che ultimamente ci mettiamo molto tempo a produrli e quindi dobbiamo spesso invitarli a pazientare. Il nostro ultimo lavoro ha richiesto 2 anni e 1/2 di lavoro, ed abbiamo dovuto girare due continenti per registrarlo e mixarlo!
Cosa vi chiedono gli ammiratori?
ci chiedono spesso autografi o di suonare quella canzone che fa ……
suoniamo per molti festival e spesso ce li troviamo di fronte mentre suoniamo, con le facce molto contente di poterci ascoltare. Sono momenti molto appaganti.
Cosa vi chiede la gente quando vi incontra?
ci è capitato a Sevilla che in ristorante dei Veneti ci abbiano riconosciuto… avevamo suonato qualche mese prima in un locale Veneto e… beh.. il mondo è piccolo.
Cosa vi chiedono i vostri fan più antichi?
nan abbiamo “fan” migliori o peggiori, ci sono persone che apprezzano la nostra musica e in fin dei conti ci conoscono grazie alla musica. Pensiamo che ci chiedano di suonare o di dare nuovi album per vivere altre esperienze di ascolto, così possono viaggiare con noi.
Rilasciate autografi?
Si, succede.
Quando suonerete?
Siamo perennemente in turnèè.
Le prossime date previste sono:
maggio 16 Linz Austria (Sofa); 16 Monaco di Baviera Wannda Festival; 18-20 Ludwigsburg Musicstrassefestival; 25 Bassano del Grappa Rive Jazz;
a seguito di queste date abbiamo una mini turneé in Italia fino al 11 giugno, proseguendo per Udine e finendo a Vibo Valentia.
Dove suonerete?
in tutta l’Europa e in America.​
Il vostro posto posto preferito per suonare?
nel salotto di chi ci vuol ascoltare, il posto secondo noi migliore per ascoltare la nostra musica… soprattutto se “live”