Proseguono i blitz antidroga. 6 arresti in meno di 48 ore
Comando Provinciale di Roma
Tor Bella Monaca e Tor Vergata
Proseguono senza sosta i blitz antidroga dei Carabinieri della Compagni di Frascati nei quartieri di Tor Bella Monaca e Tor Vergata. Nelle ultime 48 ore, infatti, in manette sono finite 6 persone.
In particolare, ieri sera, al termine di un mirato servizio di osservazione e pedinamento, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Frascati hanno individuato un’abitazione in via Casale del Corvio, in uso ad un 19enne albanese, di fatto senza fissa dimora, dove ritenevano potesse nascondere ingente quantitativo di droga. I militari sono intervenuti bloccando il giovane e rinvenendo, durante un’accurata perquisizione, nascosti nella camera da letto, 18 kg di marijuana divise in buste in cellophane, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. L’arrestato è stato portato in carcere a Regina Coeli.
Transitando in via dell’Archeologia, invece, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca hanno notato, nei pressi di una nota piazza di spaccio, un 42enne, già noto ai militari perché sottoposto all’obbligo di presentazione in caserma per precedenti di droga, armeggiare nei pressi di uno scooter abbandonato sulla strada, e hanno voluto vederci chiaro. Una volta raggiunto e fermato l’uomo, hanno trovato in suo possesso bustine di eroina e cocaina. Altre bustine dello stesso tipo, contenenti cocaina, eroina e crack, in totale 45, sono state trovate occultate sul motoveicolo, utilizzato dal pusher come “banco di vendita”.
Poco distante, sempre in via dell’Archeologia, i Carabinieri hanno arrestato un 26enne romano, senza occupazione e con precedenti, trovato in possesso di 40 dosi di eroina e oltre 200 euro in contanti, ritenuti provento dello spaccio, e un 43enne della Georgia sorpreso in strada nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione.
Ieri mattina, padre e figlia, romani di 70 e 31 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari, emessa in data 3 luglio 2018 dal Tribunale di roma per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Antiabusivismo: controlli e denunce nell’area archeologica dei Fori Capitolini
Comando Provinciale di roma, 09/08/2018 12:52

Ieri pomeriggio, a meno di 48 ore dagli ultimi controlli, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno eseguito un nuovo capillare servizio nel complesso monumentale e nelle aree tra Colosseo e Fori Imperiali, finalizzato a contrastare l’abusivismo commerciale e varie forme di degrado.

Il bilancio dei controlli è di una persona arrestata, due denunciate, 3 ambulanti abusivi sanzionati e circa 100 articoli sequestrati.

Davanti all’Altare della Patria, è finito manette un romano di 35 anni, già con precedenti, perché, dopo essere stato sorpreso dai Carabinieri, mentre molestava insistentemente diversi turisti, ha aggredito violentemente i militari, opponendosi con forza alle operazioni di identificazione. Una volta bloccato e portato in caserma, il 35enne è stato arrestato.

In piazza del Colosseo, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà,  per molestie  e disturbo a persone, due cittadini del Bangladesh di 44 e 34 anni, mentre cercavano, con atteggiamento molesto ed eccessivamente insistente, di vendere abusivamente  prodotti ai turisti.

Sanzionati amministrativamente, per circa 16 mila euro, 3 venditori ambulanti abusivi, tutti cittadini del Bangladesh, di 34, 44 e 62 anni, sorpresi a vendere merce di vario tipo senza regolare permesso.

I Carabinieri li hanno trovati in possesso di oltre 100 articoli che sono stati sequestrati.

Ambulanti abusivi multati
Comando Provinciale di Roma
Proseguono i controllo dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro nell’area del complesso monumentale del Colosseo e dei Fori Imperiali, finalizzato al contrasto di fenomeni di abusivismo commerciale e di degrado.
Il bilancio dei controlli è di 4 persone denunciate e 27 sanzionate per vendita abusiva.
Due cittadini del Bangladesh di 20 e 37 anni sono bloccati dai Carabinieri in abiti civili, “infiltrati” tra i turisti,  mentre cercavano, con atteggiamento molesto ed eccessivamente insistente, di vendere abusivamente loro prodotti ai turisti in coda per entrare a visitare il Colosseo. Per i due è scattata la denuncia in stato di libertà, per molestie  e disturbo a persone.
Poco più tardi, nella rete dei controlli dei Carabinieri sono finti altri due cittadini del Bangladesh, di 32 e 36 anni che, durante gli accertamenti alla banca dati, sono risultati inadempienti ad un decreto di espulsione dal territorio nazionale, emesso il mese scorso.
Ventisette venditori ambulanti, la maggior parte cittadini del Bangladesh, ma anche del Pakistan e del Senegal, sono stati sorpresi dai Carabinieri mentre vendevano oggetti vari che sono stati sequestrati.
Nei loro confronti sono scattate sanzioni amministrative per un ammontare di oltre 140.000 euro.
Sempre al Colosseo, i Carabinieri hanno proposto per il “Daspo Urbano” altri 3 cittadini del Bangladesh sorpresi a stazionare nelle aree di accesso e transito alla fermata della metropolitana “Colosseo”, limitandone la libera accessibilità e la fruizione ai passeggeri in transito; nei loro confronti, i Carabinieri hanno anche inviato la segnalazione al Sindaco di Roma per l’irrogazione della  prevista sanzione pecuniaria da 100 a 300 euro ciascuno.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno bloccato un malvivente originario di Sora di 34 anni che era entrato in una farmacia di via Alberto da Giussano, zona Prenestino-Labicano, e “armato” di pistola – rivelatasi, poi, essere un pezzo di plastica sagomato ad hoc – ha intimato a una dipendente di farsi consegnare l’incasso giornaliero, senza riuscirci. Visto l’intoppo, il 34enne è fuggito ma la sua corsa è durata poco perché i Carabinieri lo hanno acciuffato in strada.

Poco dopo, i Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante hanno soccorso un cittadino del Bangladesh di 35 anni che stava per essere soggiogato dalla furia di un cittadino gambiano di 22 anni e di un cittadino senegalese di 30 anni che lo stavano aggredendo con calci, pugni e colpendolo con un oggetto metallico per riuscire ad appropriarsi di uno smartphone. I due, entrambi senza fissa dimora e con precedenti, hanno assalito la vittima in via Tasso, all’angolo con via Galilei, punto poco distante dalla sede della Compagnia Carabinieri Roma piazza Dante. Le urla del cittadino del Bangladesh, udite chiaramente da alcuni militari presenti in caserma, hanno fatto scattare il loro intervento: scesi in strada, i militari sono riusciti, dopo un breve inseguimento a piedi, ad ammanettare i 2 rapinatori. Nelle tasche di uno dei fermati i Carabinieri hanno trovato anche 35 gr di marijuana.