Lei รจ dโ€™oro al film ๐ŸŽฅ Roma, a Cronenberg, a VANESSA REDGRAVE

Vanessa Redgrave, nell’accettare la proposta, ha dichiarato: โ€œSono sbalordita e straordinariamente felice di sapere che sarรฒ premiata col Leone dโ€™Oro alla carriera dalla Mostra di Venezia. La scorsa estate stavo girando proprio a Venezia The Aspern Papers. Molti anni fa ho girato La vacanza nelle paludi del Veneto. Il mio personaggio parlava solo in dialetto veneziano. Scommetto di essere lโ€™unica attrice non italiana ad aver recitato un intero ruolo in dialetto veneziano! Grazie infinite, cara Mostra!โ€.

Il riconoscimento a Vanessa Redgrave sarร  consegnato mercoledรฌ 29 agosto alle ore 19.00, nel corso della Cerimonia di apertura (serata a inviti).

LA MOTIVAZIONE

A proposito di questo riconoscimento, Alberto Barbera ha dichiarato: โ€œUnanimemente considerata tra le migliori interpreti femminili del cinema moderno, la Redgrave รจ unโ€™attrice sensibile e capace di infinite sfumature, interprete ideale di personaggi complessi e non di rado controversi. Dotata di naturale eleganza, innata forza di seduzione e di uno straordinario talento, รจ potuta passare con disinvoltura dal cinema dโ€™autore europeo alle fastose produzioni hollywoodiane, dalle tavole del palcoscenico alle produzioni televisive, offrendo ogni volta risultati di assoluta eccellenza. Le sue apparizioni, distribuite in sessantโ€™anni di attivitร , emanano autorevolezza e piena padronanza dei ruoli, generositร  senza limiti ed estrema raffinatezza, qualitร  non disgiunte da una buona dose di audacia e combattivitร  che costituiscono uno dei tratti piรน evidenti della sua personalitร  umana e artisticaโ€.

NOTE BIOGRAFICHE

Figlia dโ€™arte, sei volte candidata allโ€™Oscar (vinto nel 1977 con Giulia), Coppa Volpi a Venezia nel 1994 per Little Odessa, Vanessa Redgrave รจ da 60 anni una delle piรน amate e ricercate attrici del cinema dโ€™autore internazionale. Attiva anche in campo teatrale, ha vinto un Tony Award e un Olivier Award come migliore attrice.

Fra i suoi lavori piรน recenti, nel 2018 ha interpretato The Aspern Papers di Julian Landais con Jonathan Rhys Meyers e Joely Richardson; Mrs Lowry & Son di Adrian Noble con Timothy Spall; Georgetown di Christoph Waltz con Annette Bening. Nel 2017 ha diretto e interpretato Sea Sorrow con Ralph Fiennes ed Emma Thompson (produttore, Carlo Nero) e ha recitato in The Inheritance di Matthew Lopez allo Young Vic Theatre, prodotto da Sonia Friedman e diretto da Stephen Daldry.

La Redgrave nasce a Londra nel 1937, studia recitazione alla Londonโ€™s Central School of Music and Dance. La sua famiglia ha una lunga e gloriosa tradizione di cinema e teatro. Il nonno paterno, Roy Redgrave, รจ uno dei piรน famosi attori del muto australiano. Il padre, Michael, e la madre, Rachel Kempson, sono membri dellโ€™Old Vic Theater. Il padre, in particolare รจ apprezzato anche al cinema. Vanessa calca con successo il palcoscenico fin da giovanissima ed esordisce sul grande schermo accanto al padre nel 1958 nella commedia Dietro la maschera. Poi si dedica solo al teatro, entrando nella Stratford-upon-Avon Theater Company. Conosce cosรฌ il regista Tony Richardson, che nei primi anni โ€™60 diventa suo marito e la guida in rappresentazioni shakespeariane. Nel 1966 la Redgrave torna al grande schermo con Morgan matto da legare, di Karel Reisz, che le vale il premio di miglior attrice a Cannes e la prima nomination allโ€™Oscar. Sempre nel 1966 รจ in Blow-up di Michelangelo Antonioni. Il tema dellโ€™incomunicabilitร , caro al regista italiano, trova unโ€™interprete perfetta in quella giovane donna enigmatica, che si esprime quasi senza parlare. Un anno dopo Joshua Logan la chiama negli Stati Uniti per le riprese di Camelot, poi Vanessa torna in Europa per altri due film sotto la direzione di Richardson, Il marinaio del Gibilterra e nel 1968 I seicento di Balklava. Nello stesso anno interpreta lโ€™anticonformista ballerina Isadora Duncan in Isadora (1968) di Karel Reisz (seconda nomination allโ€™Oscar). Nel 1971 รจ lโ€™infelice sovrana Maria Stuarda, regina di Scozia(1971, terza nomination allโ€™Oscar), una suora ne I diavoli di Ken Russel, poi una ragazza rinchiusa in un manicomio ne La vacanza di Tinto Brass, con Franco Nero, presentato alla Mostra di Venezia. Con la coraggiosa e volitiva Giulia(1977) di Fred Zinnemann, Vanessa Redgrave vince lโ€™Oscar. Nel 1984 James Ivory la vuole ne I bostoniani (nuovamente candidata allโ€™Oscar) e nel 1985 รจ lโ€™insegnante in preda alla solitudine de Il mistero di Wetherby (1985) di David Hare. Con la sensibile Ruth Wilcox di Casa Howard(1992), ancora di James Ivory, ottiene la sesta candidatura allโ€™Oscar. รˆ del 1994 la Coppa Volpi a Venezia per Little Odessa di James Gray. Interpreta poi lโ€™amara protagonista de La signora Dalloway (1997) di Marleen Gorris e nel 2007 appare in Espiazione di Joe Wright, film dโ€™apertura della Mostra di Venezia.

VENEZIA 75

La Giuria di Venezia 75, presieduta daย Guillermo del Toro e composta da Sylvia Chang, Trine Dyrholm, Nicole Garcia, Paolo Genovese, Malgorzata Szumowska, Taika Waititi, Christoph Waltz, Naomi Watts, dopo aver visionato tutti i 21 film in concorso, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

 

LEONE Dโ€™ORO per il miglior film a:
ROMA
di Alfonso Cuarรณn (Messico)

 

LEONE Dโ€™ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:
THE FAVOURITE
di Yorgos Lanthimos (UK, Irlanda, USA)

 

LEONE Dโ€™ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a:
Jacques Audiard
per il film THE SISTERS BROTHERS (Francia, Belgio, Romania e Spagna)

 

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione femminile a:
Olivia Colman
nel film THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (UK, Irlanda, USA)

 

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione maschile a:
Willem Dafoe
nel film AT ETERNITYโ€™S GATE di Julian Schnabel (USA, Francia)

 

PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Joel Coen e Ethan Coen
per il film THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel Coen e Ethan Coen (USA)

 

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:
THE NIGHTINGALE
di Jennifer Kent (Australia)

 

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI
a un giovane attore o attrice emergente a:
Baykali Ganambarr
nel film THE NIGHTINGALE di Jennifer Kent (Australia)

PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA

La Giuria Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima โ€œLuigi De Laurentiisโ€ della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, presieduta da Ramin Bahrani e composta da Kaouther Ben Hania, Carolina Crescentini, Kanako Hayashi e Gastรณn Solnicki, assegna il:

 

LEONE DEL FUTURO
PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA โ€œLUIGI DE LAURENTIISโ€ a:

YOM ADAATOU ZOULI (THE DAY I LOST MY SHADOW)
di Soudade Kaadan (Repubblica Araba Siriana, Libano, Francia, Qatar)
ORIZZONTI

nonchรฉ un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che sarร  suddiviso in parti uguali tra il regista e il produttore.

ORIZZONTI

La Giuria Orizzonti della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, presieduta daย Athina Tsangari e composta da Michael Almereyda, Frรฉdรฉric Bonnaud, Fatemeh (Simin) Motamed-Arya, Mohamed Hefzy, Alison Maclean, Andrea Pallaoro, dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 12 cortometraggi in concorso, assegna:

 

il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a:
KRABEN RAHU (MANTA RAY)
di Phuttiphong Aroonpheng (Thailandia, Francia, Cina)

 

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIAย a:
Emir Baigazin
per il film OZEN (THE RIVER) (Kazakistan, Polonia, Norvegia)

 

il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTIa:
ANONS (THE ANNOUNCEMENT)
di Mahmut Fazฤฑl CoลŸkun (Turchia, Bulgaria)

 

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE a:
Natalya Kudryashova
nel film TCHELOVEK KOTORIJ UDIVIL VSEH (THE MAN WHO SURPRISED EVERYONE) di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov (Russia, Estonia, Francia)

 

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE a:
Kais Nashif
nel film TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (Lussemburgo, Francia, Israele, Belgio)

 

PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Pema Tseden
per il film JINPA di Pema Tseden (Cina)

 

PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:
KADO
di Aditya Ahmad (Indonesia)

 

il VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE
EUROPEAN FILM AWARDS 2018 a:
GLI ANNI
di Sara Fgaier (Italia, Francia)

VENEZIA CLASSICI

La Giuria presieduta da Salvatore Mereu e composta da 25 studenti – indicati dai docenti – dei corsi di cinema delle universitร  italiane, dei DAMS e della veneziana Caโ€™ Foscari, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

 

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a:
THE GREAT BUSTER: A CELEBRATION
di Peter Bogdanovich (USA)

 

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a:
LA NOTTE DI SAN LORENZO
di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1982)

VENICE VIRTUAL REALITY

La Giuria internazionale della sezione Venice Virtual Reality, presieduta da Susanne Bier e composta da Alessandro Baricco e Clรฉmence Poรฉsy, assegna:

 

PREMIO MIGLIOR VR (STORIA IMMERSIVA) a:
SPHERES
di Eliza McNitt (USA, Francia)

 

PREMIO MIGLIORE ESPERIENZA VR (PER CONTENUTO INTERATTIVO) a:
BUDDY VR
di Chuck Chae (Repubblica di Corea)

 

PREMIO MIGLIORE STORIA VR (PER CONTENUTO LINEARE) a:
Lโ€™รŽLE DES MORTS
di Benjamin Nuel (Francia)