Giovanni Gronchi Γ¨ nato a Pontedera (Pisa) il 10 settembre 1887 ed Γ¨ morto a Roma il 17 ottobre 1978. Laureato in lettere alla Normale di Pisa, insegna in varie localitΓ  italiane e aderisce al Movimento Cristiano di don Romolo Murri. Dopo la prima guerra mondiale, cui partecipa come volontario, nel 1919 Γ¨ uno dei fondatori del Partito popolare italiano di don Luigi Sturzo.
È eletto come deputato di Pisa nelle elezioni del 1919 e del 1921 (XXV-XXVI legislatura). Contemporaneamente continua la sua milizia sindacale e diviene segretario della Confederazione dei lavoratori cristiani.
Quando nel 1924 Luigi Sturzo abbandona la segreteria del Partito popolare, assieme a Giuseppe Spataro e a Giulio RodinΓ², dirige il partito nel difficile momento storico. Rieletto deputato nel 1924, passa all’opposizione, partecipa alla secessione aventiniana e decade dal mandato parlamentare.
Durante la Resistenza diviene membro del CLN e partecipa alla fondazione della Democrazia cristiana. Nei primi governi De Gasperi Γ¨ ministro dell’industria.
È eletto all’Assemblea costituente e capogruppo della Democrazia cristiana. Rieletto deputato il 18 aprile 1948, l’8 maggio viene eletto Presidente della Camera, incarico che mantiene sino al giorno della sua elezione alla Presidenza della Repubblica, il 29 aprile 1955. Entra a far parte del Senato l’11 maggio 1962 e si iscrive al gruppo misto.