Da domani, 27 settembre, e fino al 27 gennaio 2019ย nella sede diย Palazzo Barberini delle Gallerie Nazionali di Arte Antica, si potranno visitare due mostre di particolare pregio:

 

La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquemart-Andrรฉ di Parigi

La mostra รจ incentrata su sei opere raccolte dal celebre collezionista Edouard Andrรฉ (Parigi 1833-1894) e da sua moglie Nรฉlie Jacquemart (Parigi 1841-1912), che lasciarono in ereditร  la loro prestigiosa collezione allo Stato francese. Tutti questi pezzi lasciano trasparire una fase della storia del collezionismo dโ€™arte europeo della fine del XIX secolo, segnato dalla crescente passione per le opere del Rinascimento italiano e per i maestri delle scuole veneta e toscana

A Roma non si conservano opere autografe di Mantegna perciรฒ la mostra รจ unโ€™occasione unica per ammirare due capolavori di questo straordinario maestro e quattro dipinti di suoi contemporanei.

 

Gotico Americano. I Maestri della Madonna Straus

Due tavole dei cosiddetti Maestri della Madonna Straus in arrivo in Italia dal Museum of Fine Art di Houston, messi a confronto con l’opera di proprietร  delle Gallerie Nazionali di Arte Antica. Il nome deriva da quello dei collezionisti Edith Abraham e Percy Selden Straus, dalla cui raccolta provengono le tavole, che nel 1944 entrarono a far parte della collezione del Museum of Fine Arts.

Da allora la tavola del Maestro Senese della Madonna Straus non รจ mai stata esposta in Europa e l’altra รจ stata in mostra una volta sola, a Parigi, nel 1976.

 

Le due esposizioni si inseriscono nel progetto di politica di scambi con musei italiani e stranieri, promossa dalle Gallerie.