Paolo Ruffini presentaΒ UP&Down, il nuovo spettacolo teatrale che porta in scena con cinque attori con Sindrome di Down e uno autistico.

Dopo il grande successo in primavera, dove ha registrato sold-out in molti teatri d’Italia, UP&Down debutta al Teatro Brancaccio di Roma il 6 novembre e replica il 26 novembre in una serata evento per festeggiare i 40 anni del protagonista: Paolo Ruffini.

Lo scheletro dello spettacolo Γ¨ costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinarioΒ One Man Show, con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte perΓ² una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto piΓΉ β€œabili” di lui.Β 

Un happening comico con una forte connotazione d’improvvisazione, sorprese e coinvolgimento: attraverso il filtro dell’ironia si affronta, con sapiente leggerezza, il significato della parola β€œdisabilità”.

β€œTante persone non sono abili alla felicitΓ  o all’ascolto… questi attori invece dimostrano di essere dei resilienti, di avere una tale confidenza con la vita e con il sorriso, che sarebbe piΓΉ corretto definire Sindrome di UP! Siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e se c’è qualcosa che ci accomuna Γ¨ proprio la diversità” – afferma Paolo Ruffini.

UP&Down interrompe le liturgie teatrali: comicitΓ  e irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio emozionante e commovente che racconta le relazioni umane e la bellezza che risiede nella diversitΓ .Β 

Una vera e propria esperienza, in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

Un vero e proprio happening comico e al tempo stesso emozionante che parla delle relazioni: ironia e irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversitΓ .

Paolo Ruffini va in scena con degli attori con la Sindrome di Down, affrontando insieme a loro significato della parola β€œdisabilità”, fino a dimostrare che la loro dovrebbe definirsi β€œSindrome di UP”!

Lo scheletro dello spettacolo Γ¨ costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario One Man Show, con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte perΓ² una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto piΓΉ abili di lui. Dimostrando inoltre che ci sono tante persone che non sono abili alla felicitΓ  o all’ascolto, ma che alla fine siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e meravigliosamente diversi.

Una rappresentazione dai connotati surreali e dagli sviluppi inaspettati con una forte connotazione d’improvvisazione, che interrompe le liturgie teatrali e offre al pubblico una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

MAYOR VON FRINZIUS

Compagnia teatrale livornese nata nel 1997, collabora con l’associazione Haccompagnami ed Γ¨ diretta da Lamberto Giannini. È composta da 97 attori, metΓ  di essi sono persone con disabilitΓ . Allo spettacolo UP&Down prendono parte sei attori di questa compagnia: uno di loro Γ¨ autistico e gli altri cinque hanno la Sindrome di Down.

TEATRO BRANCACCIO Β Β· Β Ore 20,45

Via Merulana 244, 00185 Roma Β Β· Β Tel 06 80687231/2 Β Β· Β Teatrobrancaccio.it

Prezzi da 17 a 25 euro