A sconvolgere lโ€™esistenza cupa e afflitta di Lehmann Kaufmann, nel dicembre del 1933, รจ una lettera. Kurt, il suo migliore amico, gli chiede di prendersi cura della figlia Irene e di aiutarla a stabilirsi a Norimberga. Kaufmann ha sessantโ€™anni, รจ uno stimato commerciante ebreo, vedovo, e presidente della comunitร  ebraica di Norimberga โ€“ vittima, in quegli anni, della persecuzione nazista. Irene si presenta, fin da subito, come un raggio di sole a illuminare la vita sempre piรน angosciata di Leo. Ha ventโ€™anni, รจ bella, determinata e tra i due si instaura un rapporto speciale fatto di stima, affetto, ma anche di desiderio. Irene perรฒ รจ ariana, e le leggi razziali stabiliscono che il popolo ebreo รจ nemico della Germania. Lโ€™odio, sapientemente fomentato dal governo nazista, entra pian piano nelle vite dei comuni cittadini e le stravolge. Diffidenza e ostilitร  prendono il posto di rispetto e stima, la gentilezza diventa distacco. Gli sguardi si abbassano, i sorrisi si spengono. E quando anche la Giustizia, nelle mani dello spietato giudice Rothenberger, si trasforma in un mostro nazista, per valori come onestร  e veritร  non ci sarร  piรน scampo.

Con Il caso Kaufmann, liberamente ispirato alla vera storia di Lehmann Katzenberger e Irene Seiler, Giovanni Grasso spinge abilmente il lettore a riflettere sulle conseguenze dellโ€™odio, regalandoci un romanzo sullโ€™importanza delle parole e delle piccole azioni che possono cambiare il corso degli eventi, e mostrandoci tutta la dolcezza di un amore nato in unโ€™epoca dominata dalla follia e dalla totale perdita di umanitร .

ย 

GIOVANNI GRASSOย (Roma 1962) รจ giornalista parlamentare e saggista. Tra le sue pubblicazioni le biografie di Oscar Luigi Scalfaro e di Piersanti Mattarella e i Carteggi Sturzo-Rosselli e Sturzo-Salvemini. รˆ autore di numerosi documentari televisivi di carattere storico, trasmessi dalla Rai. Dal 2015 riveste lโ€™incarico di consigliereย del Presidente della Repubblica per la stampa e la comunicazione. Questo รจ il suo primo romanzo.