La NATO Response Force è una forza ad alta prontezza composta da forze aeree, marittime e terrestri, integrate da unità di forze speciali fornite a rotazione dai paesi membri dell’Alleanza e da alcuni paesi partner. Da quest’anno – in seguito alle decisioni prese al vertice alleato del 2014 in Galles, con l’adozione del Readiness Action Plan – può contare su 40.000 militari (quantitativo triplicato rispetto al passato) e può essere dislocata ed impiegata in tempi ancora più rapidi. E’ una forza altamente flessibile alla quale sono affidati, tra gli altri, compiti di difesa collettiva immediata dei paesi alleati in attesa di altre forze; gestione di situazioni di crisi e condotta di operazioni di “peace support”; supporto umanitario in caso di calamità e protezione di infrastrutture critiche.