Per far fronte alle esigenze sanitarie provocate dall’epidemia del COVID-19, il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale ha organizzato un volo umanitario della Cooperazione Italiana a sostegno delle attività di assistenza delle autorità cinesi nelle aree del paese più colpite, in coordinamento con il meccanismo di protezione civile attivato dall’Unione Europea.

Il trasporto umanitario, partito dalla Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) di Brindisi, contiene 16 tonnellate di materiale medico-sanitario di protezione personale (mascherine, tute e occhiali protettivi, guanti e termometri) messo a disposizione dall’Ambasciata cinese in Italia, e 2 tonnellate di materiale sanitario (mascherine protettive specialistiche per operatori sanitari, tute di protezione per operatori sanitari, mascherine protettive) finanziato direttamente dalla Cooperazione Italiana.

I beni saranno ricevuti dalle autorità cinesi per essere utilizzati nel quadro delle attività di risposta all’emergenza.

Presenti alle operazioni di carico effettuate presso la Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) di Brindisi, l’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia Li Junhua, accompagnato da giornalisti cinesi, e una delegazione della Direzione generale della Cooperazione allo Sviluppo del MAECI.