Salve,vsono il protagonista di una storia di femminicismo, e mi sono fatto cinque mesi dentro. Cinque mesi di arresti perché ero il femminista di turno. E lo sono ancora. Sono ben blindate queste donne. E sono ben blindate davvero. Perché hanno giudici veri al seguito e sono giudici di donne. E sono terribili. Cinque colpi di pistola. Quattro mogli. Tre bambini abbandonati. Un meritato tutto sporco e annerito dal fumo di sigaretta, sporco si fa per dire, sporco davvero, perché viveva come il papà. E tre annerito dal fumo di sigaretta del nonno abbandonati in una stanza ad imparare ve già. Mi avete già sentito parlare di me,vsono il femminista e l’assassino e intanto mi ci hanno mandato in galera, per il femminismo di mia moglie inventata. Ci siamo tantwlmentevtanto amato che, dopo averla ammazzAta era inventata. E già, perché a avevo ammazzata. E era inventata perché non c’era più. Li credevo già grandi. Ecco dove sbagliavo. E invece li ho ammazzati tutti dal primo all’ultimo. Così siamo partiti in livrea con l’altra perché era un gran ricchione. Un frocio, ecco cosa ti danno,vun frocio e ticsberpefdano. Poi ci scrivono lecparinecdelvgiornale ed è vero. Quello è un assassino. E intanto te la sei cavata. E intanto sei un frocio, ricchione e perdente.