Trecento punti in testa, ottocento ossa rotte, quattrocento martellate sugli stinco. È quanto ha ricevuto mia madre da una dottoressa divina mia amica che continuava farci regali. Ecco tutto, se lei smettesse di farci regali e li indirizzasse verso altri allora non ci prenderebbe. Sarebbe una salvezza eppure i regali ancora lì vogliamo. Ottocento ossa rotte e il cranio spaccato, ecco tutto, così siamo più poveri veramente.